Acquedotto Pugliese: "Nessun inquinamento dal depuratore"

L'azienda smentisce chi sostiene che l'impatto degli eventi meteo del 10 luglio abbia provocato lo sversamento in mare di liquami non trattati

CAROVIGNO - Acquedotto Pugliese comunica che l’impianto di depurazione di contrada Bufalaria, a servizio degli abitati di Carovigno, San Vito dei Normanni e San Michele Salentino funziona regolarmente. Nel corso del nubifragio che si è abbattuto nei giorni scorsi, l’impianto ha subito un incremento della portata delle acque in ingresso e temporanei disservizi di tipo elettrico che, tuttavia, non hanno causato l’interruzione del servizio depurativo.

Il funzionamento delle principali stazioni di trattamento delle acque è stato assicurato nonostante i disagi, anche grazie all’utilizzo del gruppo elettrogeno di emergenza, fa sapere AqP. “Nello specifico, sono stati registrati improvvisi sbalzi di alimentazione elettrica già nel pomeriggio di martedì scorso, ai quali è seguita una completa interruzione dell’energia fino alla tarda serata di ieri, quando sono state ripristinate le normali condizioni di esercizio”.

depuratore bufalaria dopo-2

“I tecnici di Acquedotto Pugliese – prosegue il comunicato - hanno lavorato ininterrottamente al fine di garantire continuità al servizio, assicurando l’abbattimento dei principali parametri di efficienza depurativa. Per far fronte a eventuali e improvvise interruzioni elettriche, Acquedotto Pugliese sta provvedendo a potenziare la capacità di autonomia elettrica del depuratore con un nuovo gruppo elettrogeno in grado di alimentare l’intero impianto”.

AqP rimarca che “il depuratore di Carovigno rappresenta una eccellenza nel panorama del comparto depurativo. I depuratori sono presidi sanitari a tutela del territorio e della qualità di vita complessiva dell'area servita, con l'esclusivo compito di restituire al loro ciclo naturale e con modalità compatibili e rispettose dell'ambiente, le acque provenienti dalle abitazioni dei cittadini allacciate regolarmente alla pubblica fogna”.

Il comunicato di Acquedotto Pugliese giunge a smentita, all’indomani di alcuni interventi che parlavano di sversamenti fognari nella baia di Torre Guaceto. Appena fuori dal confine sud-est dell’Area marina protetta sono in corso da alcune settimane gli interventi di realizzazione e prolungamento della condotta sottomarina che porterà sui fondali al largo di Apani i reflui depurati dall’impianto di Bufalaria, mentre parte degli stessi saranno destinati ad usi irrigui.

Potrebbe interessarti

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Conservazione dei cibi: sai quali sono quelli da tenere fuori dal frigo?

  • Open space: il frigorifero intelligente per la vostra casa

  • Bidoni della spazzatura: come pulirli e igienizzarli

I più letti della settimana

  • Lite in spiaggia: pugni e bastonate contro dipendenti di un lido

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • “Scu, nuove leve in gruppi tipo gangsteristico. Unione tra Brindisi e Lecce”

  • Muore sul tavolo operatorio dopo nove ore: avviate le indagini

  • Utenze domestiche: energie rinnovabili in comodato, paga la Regione

Torna su
BrindisiReport è in caricamento