Rigenerazione urbana: cinque sopralluoghi aperti ai cittadini

Ecco le date delle attività partecipate del progetto "Santu Vitu Mia Reloaded". Si comincia giovedì 4 luglio

SAN VITO DEI NORMANNI - Il progetto di rigenerazione urbana del Comune di San Vito dei Normanni in collaborazione con il Laboratorio Urbano ExFadda e alcune associazioni del territorio, denominato “Santu Vitu Mia Reloaded”, dà il via a cinque sopralluoghi, aperti alla cittadinanza, agli immobili oggetto dei futuri interventi. Il progetto punta a definire destinazioni d’uso, strumenti e modelli di governance di dieci spazi pubblici in disuso, all’insegna di una rigenerazione urbana intesa anche, e soprattutto, come rigenerazione umana di una comunità. Primo appuntamento giovedì sera 4 luglio, in piazza Leonardo Leo.

Nell’arco di tre settimane, tra il 4 e il 19 luglio, i cittadini potranno, insieme a tecnici e amministratori, visitare i luoghi oggetto di rigenerazione e dare il loro contributo con idee e proposte in merito a ciò che quegli spazi potrebbero diventare. A partire dalle 19.30 nei giorni 4, 5, 11, 12 e 19 luglio tutta la cittadinanza è invitata a ripensare insieme il volto della città di San Vito. Giovedì sera il primo sopralluogo interesserà gli immobili del borgo antico: il Palazzo dell’Orologio, l’ex Palazzo de Leonardis, alcuni edifici nelle ‘stratodde’ e l’attuale Ufficio Tecnico Comunale e Ufficio Anagrafe. Il giro partirà da piazza Leonardo Leo alle 19,30 per concludersi in piazza Annibale de Leo con una ‘cumminedda’ accompagnata dalla musica del Circolo Mandolinistico.

“Santu Vitu Mia” è un processo, iniziato nel 2017, che ha visto coinvolti numerosi cittadini di San Vito, i quali, attraverso percorsi collettivi, hanno potuto contribuire a un’idea di cambiamento della città. Il percorso si è concluso con la redazione di un Documento Programmatico per la Rigenerazione Urbana, grazie al quale è stato possibile, in sinergia con il comune di Carovigno, redigere la Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile (Sisus) per partecipare al bando pubblico di selezione delle autorità urbane in attuazione dell'Asse Prioritario XII "Sviluppo urbano sostenibile" del Fesr - Fse 2014-2020.

Il progetto dei due comuni dell'Alto Salento si è classificato terzo in tutta la regione e ha permesso al Comune di San Vito di intercettare fondi (2.400.000 euro), per la riqualificazione urbanistica, sociale ed economica del proprio territorio. “Santu Vitu Mia Reloaded”, finanziato nell'ambito del bando "Puglia Partecipa" costituisce la seconda parte del percorso. L’intero processo prevede, oltre ai sopralluoghi aperti alla cittadinanza, diversi momenti di presentazione pubblica dei contenuti e un laboratorio di co- progettazione finalizzato alla stesura della bozza del Regolamento Comunale dei Beni Comuni, da sottoporre successivamente alla cittadinanza tramite un referendum.

Un processo che mira, evidentemente, a ridare vita a spazi che non ne hanno e a costruire un tessuto sociale più forte all’interno della comunità. Per info e aggiornamenti visitare le pagine Facebook e Instagram di Santu Vitu Mia Email: santuvitumia@gmail.com / Tel: 3356578804.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

I più letti della settimana

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento