Bandi su pescaturismo, ittiturismo e vendita diretta del pescato: incontri pubblici

Venerdì 10 gennaio ore 16 a Brindisi, lunedì 13 gennaio ore 11,30 a Carovigno e mercoledì 15 gennaio ore 18 a Ostuni

BRINDISI -  Parte da Brindisi, venerdì 10 gennaio (Palazzo Guerrieri – ore 16) insieme al sindaco Riccardo Rossi, il primo dei tre incontri di presentazione delle nuove opportunità di finanziamento del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (Feamp) in attuazione del nuovo Piano di Sviluppo Locale Alto Salento 2014 - 2020.

Gli altri due incontri in calendario sono: lunedì 13 gennaio 2020 ore 11,30 a Carovigno, presso Aula consiliare, con il sindaco Massimo Lanzillotti, mercoledì 15 gennaio 2020 ore 18 a Ostuni alla Lega Navale a Villanova marina di Ostuni, con il sindaco Guglielmo Cavallo.

Gli incontri si apriranno con i saluti dei sindaci e del presidente del Gal Alto Salento 2020, Gianfranco Coppola. A illustrare le opportunità di finanziamento sarà, invece, il direttore Gal Alto Salento 2020, Gianfranco Ciola, con lo staff del Gal.

I bandi Feamp Intervento 3.3 “Sostenere l’attività di pescaturismo ed ittiturismo” Intervento 3.4 “Rete per la vendita diretta dei prodotti ittici locali” prevedono investimenti volti a diversificare ed innovare l’offerta dei prodotti della pesca, promuovere forme di vendita diretta attraverso canali innovativi, e per la piccola trasformazione e gastronomia dei prodotti ittici.

Beneficiari

I beneficiari dei bandi saranno operatori della pesca professionale così come definiti dall’art. 4 del Decreto Legislativo del 12 gennaio 2012 n.4, in forma singola o associata, che praticano l’attività nel territorio di competenza del Gal Alto Salento 2020, coincidente con i Comuni di Brindisi, Carovigno e Ostuni.

Relativamente al bando sul pescaturismo ed ittiturismo sono consentiti investimenti per l’acquisto, l’installazione, nonché la sostituzione di attrezzature e complementi necessari ad adeguare le imbarcazioni e le strutture a terra per attività turistico-ricreative (pescaturismo) e per attività di servizi ambientali e per attività pedagogiche legate alla pesca (ittiturismo).

L’Intervento massimo ammissibile per singolo progetto è fissato a 80mila euro con un’intensità di aiuto pubblico pari all’80 per cento.

Relativamente al bando per la vendita diretta dei prodotti ittici locali sono consentite spese per interventi di ristrutturazione e/o adeguamento di immobili, per l’acquisto di strutture mobili, macchinari, impianti, arredi e attrezzature. Ma anche spese per acquisto di macchinari e attrezzature per la lavorazione, prima trasformazione, conservazione, confezionamento, etichettatura e commercializzazione. Acquisto di automezzi specializzati per le consegne a domicilio nonché per attività di vendita diretta e gastronomia itinerante. Acquisto di HW e SW finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione collegate al commercio elettronico (vendita on line). Attività di marketing e/o materiale pubblicitario strettamente inerente la promozione e comunicazione dell’attività di vendita. Consulenze di tipo specifico e/o specialistico.

L’Intervento massimo ammissibile per il singolo progetto è fissato a 100mila euro con un’intensità di aiuto pubblico pari all’80%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È già possibile trovare tutti i dettagli degli avvisi pubblici sul sito web del Gal Alto Salento 2020 al seguente link: https://www.galaltosalento2020.it/amministrazione/attivita/avvisi-pubblici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • "Ora basta". I medici esasperati scrivono a prefetto e procuratore

  • Carovigno, imprenditore dona buoni spesa da 30 euro per persone in difficoltà

Torna su
BrindisiReport è in caricamento