Rifiuti, proroga per Ecotecnica: resta per tre mesi. Nuova gara ponte per due anni

Procedura aperta bis dopo quella andata deserta: isole ecologiche interrate da ripristinare entro 18 mesi

BRINDISI – Dopo essere stato costretto a prendere atto della mancanza di offerte alla gara ponte per la raccolta dei rifiuti, il Comune di Brindisi ci riprova con alcuni correttivi, a partire dal periodo di tempo che raddoppia: non più un anno, ma due, fermo restando la necessità di fermare tutto nel caso in cui dovesse essere sbloccata la maxi gara Aro, quella decennale. Intanto, per non scivolare in una situazione di emergenza, l’Ente ha concesso una proroga di tre mesi alla società Ecotenica, l’ultima a essere titolare dell’appalto, ma non interessata al bando indetto alla scadenza del contratto.

La proroga

ecotecnica a Brindisi-2Le due decisioni parallele sono il risultato degli eventi che hanno scandito la fine del mese di giugno a Palazzo di città e sono state ufficializzate con delibera della Giunta. Il 24 giugno, l’Amministrazione ha preso atto del fatto che nessuna ditta ha presentato un’offerta per aggiudicarsi la mini gara per la raccolta dei rifiuti, pubblicata il 21 maggio precedente.

“Solo due  società hanno richiesto di effettuare un sopralluogo delle aree oggetto dell’appalto, passaggio obbligatorio per partecipare alla gara”, spiegano dagli uffici del Comune. “Solo una ha effettuato il sopralluogo, ma alla scadenza non ha presentato offerta”.

Il 27 giugno, il Comune di Brindisi ha contatto Ecotecnica, come era stato previsto dai consiglieri di opposizione Massimiliano Oggiano, Ercole Saponaro, Gianluca Quarta e Roberto Cavalera nel corso della conferenza stampa sul “caso rifiuti” e sulla non economicità del bando che così come concepito, avrebbe portato a una mini proroga. Lo avevano previsto, i contestatori del sindaco Riccardo Rossi e della sua Giunta. Fatto sta che l’Amministrazione ha presentato “richiesta di non interruzione del proprio servizio”: Ecotecnica ha “confermato la propria disponibilità alla prosecuzione del rapporto”, spiegano dal Comune. La proroga, quindi, carattere “tecnico” ed è stata firmata per una durata di tre mesi, nelle more dell’espletamento della nuova procedura.

La nuova gara ponte

Massimiliano OggianoPer la nuova gara ponte, l’Ente ha confermato lo stesso importo: 14.074.555,98 euro (Iva inclusa) oltre 70.372,78 (iva inclusa) per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Ma sembra aver recepito i suggerimenti degli esponenti delle minoranze su altri aspetti del bando, visto che ha allungato il periodo di tempo, portando i mesi da 12 a 24, “sempre vincolati all’esito della gara di dieci anni dell’Aro Brindisi 2”, al quale la città appartiene come capofila.

Quanto ai mezzi da impiegare, nel nuovo testo del bando, il Comune chiede che abbiano una “immatricolazione non antecedente al primo gennaio 2016”. E’ stato anche riconosciuto “maggiore tempo a disposizione dell’appaltatore per il ripristino delle otto isole ecologiche interrate”, con una previsione di “18 mesi dall’inizio del servizio”.

L’Amministrazione, infine, ha modificato gli “obiettivi minimi relativi alla percentuale di raccolta differenziata”, con la individuazione di tre fasce temporale: “per i primi sei mesi conseguimento di una media del 55 per cento, per i successivi 12 il 60 per cento e per i successivi sei, conseguimento della media del 65 per cento”. E ancora, “incremento della percentuale della premialità, dal 40 al 50 per cento del costo unitario offerto dall’appaltatore in fase di offerta economica, in caso di raggiungimento della fascia alta per qualità del rifiuto differenziato raccolto”. Nel testo è stato precisato che “l’importo unitario totale non potrà comunque mai superare il 90 per cento del contributo unitario Conai”.

Gli impegni di spesa

La Giunta ha modificato le previsioni di spesa nel seguente modo: 3.975.000 per il periodo compreso fra ottobre e dicembre 2019, 15.900.000 da gennaio a dicembre 2020 e infine 11.925.000 per il lasso temporale che va da gennaio 2021 sino a settembre dello stesso anno.

Potrebbe interessarti

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Yogurt: dalla Mesopotamia di 3000 anni fa

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Trovato alla guida di un trattore rubato del valore di 50mila euro: arrestato

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento