Giro d'Italia, motonautica e Brindisi-Corfù: gli eventi in vetrina alla Bit

Il Comune di Brindisi alla Borsa Internazionale del turismo. La novità assoluta sarà l’evento Medimex, dal 16 al 19 aprile

Oggi alla Borsa Internazionale del Turismo sono stati presentati i grandi eventi che caratterizzeranno la stagione estiva della città di Brindisi. L’assessore al Turismo Oreste Pinto ha ribadito il supporto dell’amministrazione comunale alla Regata internazionale Brindisi-Corfù e alla tappa del Campionato mondiale di Motonautica che costituiscono da anni una tradizione sportiva consolidata.

In questi anni le due manifestazioni sono diventate una vetrina importante e hanno portato in città turisti e appassionati da tutto il mondo.
Quest’anno a queste due eccellenze sportive si aggiungerà il Giro d’Italia. Brindisi, infatti, il 16 maggio sarà l’arrivo della tappa che da Castrovillari porterà in Puglia la più importante gara ciclistica del Paese che sarà trasmessa in 198 Nazioni.

La novità assoluta sarà l’evento Medimex, dal 16 al 19 aprile, con concerti in piazza e in teatro, attività di formazione, mostre ed incontri d’autore in cui il pubblico potrà dialogare con personaggi del panorama musicale internazionale.

“Il Comune di Brindisi presenta alla Bit un calendario di grandi eventi che mira a conquistare l’attenzione dei turisti - racconta l’assessore Pinto - puntando su musica e sport, due elementi che rappresentano anche un valore sociale elevatissimo. Non è un caso. É il frutto di scelte precise e di una visione che, partendo dalle proprie tradizioni legate al mare, allarga gli orizzonti verso la valorizzazione dei talenti ed il valore del sacrificio e della crescita. Sono prerogative ed esperienze che in città veicoleranno un messaggio di crescita e realizzazione”.

brindisi-corfu fTaccola©_FTL0083-2

Brindisi-Corfù alla XXXV edizione

E' la regata più importante in Adriatico dopo la Barcolana. La regata triestina è una regata costiera, la Brindisi-Corfù è una regata d'altura passata indenne, grazie alla dedizione degli organizzatori, tra le tante difficoltà causate al mondo della vela dalla crisi globale, che ne ha influenzato una risorsa importante, vale a dire le sponsorizzazioni. Ciò malgrado, l'appuntamento di giugno a Brindisi continua a richiamare una grande flotta superiore ai cento equipaggi, valorizzando la città, il territorio e la Puglia.

Un grande messaggio anche di cultura del mare, con tanti eventi collaterali che riguardano sia lo sport velico e i suoi personaggi, che l'economia marittima e l'ambiente. Tutto ciò che avviene prima dello start, nel villaggio della regata sul lungomare Regina Margherita, serve a ricordare ai brindisini che la loro è una città proiettata sul mare, ed offre agli armatori giunti da altre regioni italiane e Paesi adriatici non solo un'occasione per competere, ma anche per conoscere tutto ciò che c'è attorno al porto: la storia, le risorse del territorio salentino e regionale.

Il Circolo della Vela Brindisi non ha potuto partecipare agli eventi della Bit, quest'anno, impegnato nella preparazione della regata che richiede mesi, ma a giugno sarà tutto pronto come sempre per la grande corsa nel Canale d'Otranto tra Brindisi e Kassiopi, nel nord dell'isola di Corfù. Come sempre sarà "Idrusa", il Farr 80 di Paolo Montefusco, a difendere i colori di Brindisi e del Salento nel testa a testa con le barche più agguerrite del circuito del campionato italiano di Vela d'altura.

IMG-20200211-WA0027-2

L'Adriatic Cup

L’Adriatic Cup è un evento fortemente voluto dall’Unione Mondiale Motonautica e dalla Federazione Italiana Motonautica, presiedute rispettivamente da Raffaele Chiulli e Vincenzo Iaconianni. Il Circolo Nautico Porta d’Oriente può contare, inoltre, sull’apporto del Comune e della Provincia di Brindisi, della Regione Puglia, di Pugliapromozione, della Camera di Commercio, dell’Autorità di Sistema del Mare Adriatico Meridionale, della Capitaneria di Porto. Per quanto riguarda le competizioni in mare, oltre ai bolidi dell’F2 (F2 World Powerboat Championship), confermata la presenza delle imbarcazioni di F4 (F4 European Powerboat Championship) e dei giovani del GT15 (Formula Junior Elite- Trofeo Foresti & Suardi).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo iniziato per assecondare una passione di famiglia - ha dichiarato Giuseppe Danese del Circolo Nautico Porta d’Oriente - una passione che mio fratello Massimo ed io abbiamo ereditato da nostro padre, Giovanni. Abbiamo tutti e tre, infatti, un passato da piloti. Oggi siamo all’ottava edizione e vale la pena evidenziare che negli anni la manifestazione è cresciuta tanto, in termini di partecipazione sia da parte del pubblico sia da parte dei team che apprezzano molto il brand Puglia e l’offerta turistica regionale. Molto spesso chi partecipa alle competizioni dell’Adriatic Cup prolunga la sua permanenza in città, o la anticipa di qualche giorno, per apprezzarne le bellezze. Questo dimostra la forza dello sport come volano di sviluppo di un territorio del quale oggi si parla ovunque, dagli Emirati Arabi alla Svezia, dagli Stati Uniti alla Russia, anche grazie ad un evento come questo che accende e colora l’estate pugliese”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento