L'importanza della comunicazione nelle piccole aziende: workshop con Giuseppe Mazza

La quinta edizione della Bill Summer School si terrà a San Vito dei Normanni, nel laboratorio urbano ExFadda, il 3 e 4 agosto

SAN VITO DEI NORMANNI – La quinta edizione della Bill Summer School, workshop di comunicazione pubblicitaria tenuto da Giuseppe Mazza, eletto qualche settimana fa Miglior comunicatore dell’anno dal Premio Emanuele Pirella, si terrà a San Vito dei Normanni, nel laboratorio urbano ExFadda, il 3 e 4 agosto.

Nel primo appuntamento, “La guerra dei piccoli”, dalle 15 alle 19, Mazza parlerà delle piccole aziende e di come possono affrontare la sfida contro le grandi, trovando il loro modo di comunicare, efficace e creativo, attraverso le idee.

Giuseppe-Mazza-2

Nel secondo giorno, “Oggi domani dopodomani”, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 si parlerà delle tendenze di comunicazione degli ultimi tempi e anche del futuro della pubblicità, sarà tracciata una mappa contemporanea per comunicare, cambiare e magari anche divertirsi.

Il workshop è aperto a tutti, semplici appassionati di comunicazione, ma, per il valore del docente, è particolarmente consigliato anche agli addetti ai lavori, copywriter, art director, social media manager, fotografi, video maker, account e a quegl’imprenditori che vogliono cambiare e migliorare la loro immagine ma che non hanno i grandissimi budget delle aziende più strutturate. Info: 3387578407 – info@diversaadv.it 

Giuseppe Mazza

Giuseppe Mazza è un creativo che ha mosso i suoi primi passi scrivendo per Cuore, Comix e Smemoranda per poi diventare direttore creativo in una delle migliori agenzie del mondo, la Saatchi&Saatchi a Milano. Oggi ha la sua agenzia, Tita, ma continua il suo impegno anche al di fuori delle agenzie, scrivendo libri sulla comunicazione, insegnando in scuole e università in tutta Italia, tra le quali la Scuola Holden di Torino, quella di Alessandro Baricco.

Ha fondato Bill, l’unica rivista italiana sul mondo della pubblicità. Ha scritto anche diversi libri per bambini ed è grazie a lui che oggi possiamo leggere l’unico libro al mondo che raccoglie i testi di Bill Bernbach “Bernbach pubblicitario umanista”. È proprio al padre putativo di tutti i creativi del mondo che è dedicato il nome della summer school, il pubblicitario che per primo si è posto una domanda fondamentale: la pubblicità deve mentire? La sua, e la nostra, risposta è no. La pubblicità, può raccontare, se non la verità, sicuramente il vero.   

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

I più letti della settimana

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento