A Brindisi gli stati generali pugliesi contro le plastiche monouso

Convegno stamani alla sala dell'Autorità portuale con le Università, Regione, Arpa, società, enti, testimonial

BRINDISI - "Puglia, mai regione di plastica": cinquantaquattro pugliesi di primo piano, tra i quali i rettori Uricchio e Di Sciascio, il presidente della Scuola di Medicina, Gesualdo, e Al Bano Carrisi, si sono prestati come testimonial dell'iniziativa, hanno “messo la faccia” sui manifesti che per promuovono la campagna ambientale. E "Puglia, MAI regione di plastica” è il tema del forum che sarà ospitato venerdì 22 marzo (dalle 10,30) nella sede dell’Autorità portuale di Brindisi.

L’evento, organizzato dall’Associazione culturale “L’Isola che non c’è” di Latiano, coinvolge la Regione Puglia, enti, organizzazioni, università, associazioni ambientaliste, le Asl pugliesi e aziende, per l’approvazione di un protocollo d’intesa sul “#No alla plastica”. I lavori saranno coordinati dall'ing. Barbara Valenzano, direttore del Dipartimento infrastrutture e ambiente della Regione Puglia e moderati dal giornalista Franco Giuliano (presidente onorario e fondatore dell’associazione latianese). 

Parteciperanno sindaci e personalità del mondo accademico, dirigenti degli enti e società più rappresentative della Puglia, oltre agli assessori regionali Giovanni Francesco Stea e Alfonsino Pisicchio, interessati a questo cambiamento culturale. Obiettivo della giornata: concordare una strategia comune per limitare l’uso della plastica monouso, dai piatti delle mense scolastiche ai bicchieri delle macchinette distributrici di bevande collocate in enti, ospedali, scuole. Nella bozza del protocollo d’intesa che sarà discusso, ampliato e approvato, si propone tra l’altro di fissare rimborsi per il riuso dei contenitori di plastica degli esercizi pubblici di esercizi commerciali e cauzioni nel caso di mancata restituzione. Gli esercenti vanno anche incentivati a rendere gli esercizi punti di raccolta plastica, con vantaggi economici per i cittadini che conferiscono i contenitori.

Plastiche spiaggia Quarto di Monte (3)-2

Va promossa inoltre l’installazione di ecocompattatori nei punti vendita della grande distribuzione, sempre con vantaggi per chi conferisce rifiuti e di biglietterie elettroniche nelle stazioni di treni, autobus, metro, che in cambio dell’inserimento di bottiglie di plastica (Reverse vending machine) riconoscono sconti sul prezzo del biglietto. Alle famiglie ed ai titolari di tassa sui rifiuti, andrebbero in genere riconosciute agevolazioni sulla Tari, in cambio e della plastica raccolta.

L’evento brindisino è in linea con la strategia dell’Unione Europea, che ha posto le basi per una nuova economia circolare della plastica, orientata esclusivamente alla produzione di prodotti che rispondano ad esigenze di riconsegna, riuso e riciclo. Nel corso del forum verrà illustrata a tutti i partecipanti una dichiarazione di intenti, redatta dalla Regione Puglia e da “L’isola che non c’è”, sulla quale si auspica la massima condivisione. 

La Regione ha già avviato misure per ridurre l’uso di materiali monouso in plastica, già a partire dall’aprile prossimo, nel rispetto della strategia europea e le amministrazioni comunali sono invitate ad adottare ordinanze per favorire la transizione verso un modello “No plastica”. Il forum lancerà anche il progetto di estendere la messa al bando della plastica a tutti i Paesi che si affacciano sull'Adriatico.

I rifiuti portati a riva dalle mareggiate invernali

Il progetto di costituire a questo scopo un tavolo permanente, con il coinvolgimento delle Università del Mediterraneo, è stato accolto dai rettori dell’Ateneo e del Politecnico di Bari, Uricchio e Di Sciascio e dal preside di Medicina, Gesualdo. La proposta guarda a tutti i Paesi e prevede il coinvolgimento dei massimi rappresentanti delle istituzioni accademiche pugliesi, affianco alla Regione Puglia (attraverso il direttore del Dipartimento ing. Valenzano e degli assessori all’ambiente Stea e all’assetto del territorio Pisicchio) e dell’associazione “L’Isola che non c’è”.

Al forum interverranno il direttore generale dell’Arpa Puglia Vito Bruno, col direttore scientifico Nicola Ungaro, oltre all’assessore regionale all’ambiente, a numerosi sindaci, ai rappresentanti dell'Anci Puglia, ai direttori generali di tutte le Asl, all’amministratore delegato di AQP, al presidente dell’Autorità di sistema portuale, al commissario straordinario del Consorzio Arneo, al presidente del Consorzio di Torre Guaceto, al presidente di Legambiente Puglia, ai direttori generali di Ferrotranviaria, Stp Brindisi e Fal, al presidente di Federalberghi Brindisi, al direttore generale della “Banca di Credito Cooperativo” di San Marzano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • "Ora basta". I medici esasperati scrivono a prefetto e procuratore

  • Carovigno, imprenditore dona buoni spesa da 30 euro per persone in difficoltà

Torna su
BrindisiReport è in caricamento