Rifiuti, le foto-trappole scattano sugli incivili: prime multe in arrivo

Il sindaco sconfortato: "Qualcuno ha espletato anche i propri bisogni sul posto". Linea dura sino a quando le cose non cambieranno

BRINDISI – Cadono le prime teste tra gli inquinatori incalliti, quei cittadini ai quali non importa nulla del decoro, urbano, che non fanno la raccolta differenziata e lasciano la loro spazzatura ai bordi delle strade. Il Comune di Brindisi ha reso noti i primi dati sulla campagna di sorveglianza affidata alle videocamere, attiva dal 29 marzo: sono nove i soggetti immortalati nella prima settimana, stando alle registrazioni già esaminate. 

foto trappola2-2La videosorveglianza è stata concentrata sulle zone maggiormente colpite dal fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti. “Lo scopo è quello di multare i trasgressori e, al contempo, limitare il fenomeno che incide pesantemente sulle percentuali di raccolta differenziata”, ricorda un comunicato del Comune. E ciò che appare nelle immagini è sconfortante, dice il sindaco Riccardo Rossi.

“Non sono le foto che avrei voluto vedere: ritraggono uomini e donne di varie età che gettano sacchi di immondizia, materiale di risulta, televisori, rifiuti ingombranti e lo fanno con grande disinvoltura. C’è anche un uomo che, dopo aver buttato rifiuti, espleta i propri bisogni in strada. Provo rabbia e amarezza per tutto questo; non è il senso di comunità che con gli assessori, i consiglieri e tutta l’amministrazione stiamo provando a costruire”, dice il sindaco Riccardo Rossi.

foto trappola3-2

“È un fallimento, il cui unico rimedio al momento è individuare i trasgressori con le foto trappole e procedere con le multe. Per qualcuno ci sarà anche una denuncia penale per atti osceni”, annuncia Rossi. “Spero sia solo una fase transitoria per la città, e che anche la persona più incivile capisca che smaltire i propri rifiuti secondo le regole della comunità sia un suo dovere. Mi auguro di raccontare presto una città più pulita, e l’aumento della percentuale di raccolta differenziata. Noi continueremo a fare la nostra parte”, promette il sindaco.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Ottimo le spese di ripagano con le multe. Ma via Lanzillotti e via Sant'Angelo??? Altri che nove. E insieme alla multa un controllo sul pagamento dells Tari? Difficile, più semplice aumentare a chi già la paga

  • Avatar anonimo di Giovanni
    Giovanni

    mi auguro che questi incivili siano capaci di usare il cellulare e potersi riconoscere nelle immagini ,pene severe da subito ci vogliono non andiamo sul sottile con questa gente che sta distruggendo il nostro paese ,sequestro del mezzo e multe salate e farle pagare !

  • Ora un bel controllo se sta gente paga la tassa sui rifiuti e fare una bella multa

  • Bene. Così. Questo è l'unico modo per "costringere "la gente a fare la raccolta differenziata.Doccare il portafoglio

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tentato omicidio per debiti di droga: arrestati sia l'autore che la vittima

  • Politica

    Il comizio di Salvini costa le deleghe ad Adriana Balestra

  • Economia

    Porticciolo, sospesa l’efficacia della revoca della concessione

  • social

    Elezioni 2019: ecco come si vota

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

  • Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento