Il Comune stoppa Open Fiber: "Aggiustare prima le strade"

Ordinanza di sospensione dei lavori, dopo la pioggia di segnalazioni di buche, rotture, infiltrazioni e dislivelli. La posizione dell'azienda

Articolo aggiornato alle 20.25

BRINDISI - L'amministrazione comunale di Brindisi, dopo aver diffidato Open Fiber una prima volta, passa ai fatti e con ordinanza blocca i lavori di posa sino a quanto l'azienda non avrà ripristinato a regola d'arte il fondo stradale. Lo annuncia un comunicato: "Con un provvedimento siglato oggi, il Comune di Brindisi ha sospeso tutti i lavori che Open Fiber sta eseguendo a Brindisi. Lo scorso 7 febbraio l’azienda era già stata diffidata per aver parzialmente disatteso la richiesta dei ripristini stradali definiti in tempi brevi"

"Numerose strade cittadine, oggetto dei lavori di Open Fiber, presentano infatti un piano viabile incomplanare e sconnesso tanto da rappresentare un pericolo per gli utenti. Al fine di garantire che la circolazione stradale avvenga senza pericoli, si è ritenuto di dover “sospendere tutte le lavorazioni stradali pertinenziali sino all’esecuzione di tutti i ripristini definiti, per gli scavi ad oggi eseguiti, cioè sino all’attuazione delle prescrizioni violate”, si legge nel provvedimento.

Le segnalazioni di buche, rotture, in filtrazioni infatti sono state raccolte e verificate sia dalla Polizia locale che dagli uffici preposti del Comune, che hanno composto una quadro della situazione che non depone certamente a favore della esecuzione degli interventi di ripristino. Una storia che si ripete da decenni per la maggior parte dei lavori che comportano scavi. Ma questo i cittadini lo sanno molto bene, ed era ora di cambiare registro.

La posizione di Open Fiber

In serata Open Fiber ha diramato un breve comunicato sulla questione: "Open Fiber prende atto del provvedimento di sospensione degli scavi disposta dal Comune di Brindisi, assicurando al contempo il suo ulteriore impegno nel rispettare il cronoprogramma dei ripristini condiviso con lo stesso Comune in seguito alla diffida dello scorso 7 febbraio".

"Da quella data, del resto, i lavori di riasfaltatura erano stati già intensificati col preciso obiettivo di accogliere le richieste dell’amministrazione e contenere i disagi per la cittadinanza. Va infine precisato che eventuali difetti di planarità delle strade possono dipendere anche da situazioni preesistenti già compromesse e non in via esclusiva dagli interventi inerenti alla posa della fibra ottica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Era senza, gli prestano mascherina. Il capotreno lo fa scendere

Torna su
BrindisiReport è in caricamento