Festa della donna e violenza di genere: incontro all'Itt Giorgi

Parteciperà all'evento, dalle 9,30 alle 12,30 dell'8 marzo, anche la mamma di Noemi Durini, giovane vittima di femminicidio

BRINDISI – Anche Imma Rizzo, mamma di Noemi Durini, giovanissima vittima di un femminicidio, parteciperà a un incontro volto a sensibilizzare i giovani sul fenomeno della violenza di genere che domani, venerdì 8 marzo, in occasione della giornata alla donna, si svolgerà presso l’aula magna Paolo Borsellino dell’Itt Giorgi di Brindisi, dalle 9,30 alle 12,30. Locandina-61

Si tratta di un evento organizzato dalla questura di Brindisi, con la collaborazione degli studenti e dei docenti dell’istituto. L’iniziativa, adottata nel quadro della campagna di attuazione del progetto permanente del camper della polizia di Stato  contro la violenza di genere  “Questo non è amore”,  vuole offrire un contributo  alla formazione di una  rinnovata cultura quale condizione indispensabile per contrastare il fenomeno.

All’iniziativa, oltre alla dirigente scolastica, Maria Luisa Sardelli, che aprirà i lavori, interverranno il questore di Brindisi, Maurizio Masciopinto, il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, l’equipe multidisciplinare del progetto camper “Questo non è amore”,  la psicologa psicoterapeuta Isabella D’Attoma e lo psicologo dell’istituto Vito Brugnola, nonché la partecipazione della compagnia del teatro Aleph. L'incontro sarà presentato dalla giornalistta Stefania De Cristofaro. 

E poi interverrà Imma Rizzo che con la sua testimonianza offrirà agli studenti momenti di riflessione sulla tematica in argomento. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento