Versalis, Rossi: "Tempo nuovo per Brindisi, chiederò progetti e lavoro"

Nuovo intervento del sindaco sul blocco del cracking di Versalis: “Non c’è bisogno di aspettare i dati Arpa per sapere ciò che tutti sappiamo"

BRINDISI – Riccardo Rossi chiede “attenzione e investimenti” per Brindisi. In un post pubblicato stamattina (domenica 24 maggio) sul suo profilo Facebook, il sindaco parla di un “tempo nuovo che arriva”. Lo fa in riferimento all’ordinanza tramite la quale mercoledì scorso (20 maggio) ha disposto la sospensione delle attività del cracking del petrolchimico di Brindisi, a seguito di un odore acre percepito in tutta la città. Il primo cittadino ha adottato tale provvedimento senza attendere l’esito dei rilievi ambientali effettuati dal dipartimento Brindisi dell’Arpa all’interno dello stabilimento Eni-Versalis. “Non c’è bisogno di aspettare i dati Arpa – scrive il primo cittadino - per sapere ciò che tutti sappiamo, ciò che indagini epidemiologiche hanno già detto”. Il blocco dell’impianto ha provocato la dura reazione delle organizzazioni sindacali, che per domani sono state convocate a un incontro in video-conferenza con il prefetto di Brindisi. Forte anche la presa di posizione dell’azienda, che non esclude conseguenze. Ma Rossi non indietreggia di un millimetro rispetto alla decisione presa. 

Di seguito il post pubblicato su Facebook

Si è chiesto a tutti di restare in casa per oltre 2 mesi per salvaguardare la salute. Si è chiesto a tanti di sospendere le proprie attività lavorative, chiudere negozi, bar e ristoranti.  Si è chiesto di non frequentarci di non vedere i propri genitori, i figli e nipoti. Tutto per la salute.  Ora chiedo e siamo in tanti a farlo che lo stesso rispetto per la salute sia dovuto anche da parte delle multinazionali del territorio. Non si resta in casa per 2 mesi per poi avere un'aria acre e irrespirabile, i picchi del benzene.

Non c'è bisogno di aspettare i dati dell'Arpa per sapere ciò che tutti sappiamo, ciò che indagini epidemiologiche hanno già detto. È il tempo nuovo che arriva. Da domani occorre aprire un confronto con il governo a Roma, con Bruxelles in Europa per avere un programma su Brindisi. Brindisi in questi 60 anni ha dato anima, cuore e sangue, tanto sangue, per lo sviluppo del paese.   Oggi non c'è solo Taranto, c'è anche Brindisi. Vogliamo attenzione e investimenti, Vogliamo progetti e lavoro, Vogliamo oggi ricevere perché tanto abbiamo dato. Questo chiederò al Governo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento