Noleggio con conducente, nasce l'associazione "Ncc grande Salento"

L’associazione, inoltre, sarà al fianco di tutti gli operatori del settore e dell’intero comparto Turistico, per qualsivoglia azione che favorisca l’incremento delle presenze e la tutela dei medesimi

BRINDISI – Conta già 100 iscritti l’associazione “Noleggiatori con conducente del Grande Salento” (Ncc Grande Salento) costituitasi giovedì 17 gennaio scorso composta da imprenditori del Noleggio con conducente di autovetture L.21/1992 e autobus delle provincie di Lecce, Brindisi e Taranto. 

Come specificato in una nota congiunta del direttore Cna Lecce Marcello De Giorgi e del presidente Ncc Grande Salento Sergio Sanò, l’associazione annovera tra i suoi soci le aziende più rappresentative del comparto. Aderisce alla Confederazione nazionale  dell’artigianato e Pmi di Lecce dove ha sede.

Tra gli scopi dell’associazione vi è quello di modificare l’ex Dl 143/2018 (“Disposizioni urgenti in materia di autoservizi pubblici non di linea”) confluito nel cosiddetto Decreto semplificazioni approvato dal Senato il 29 gennaio ed inviato per l’approvazione definitiva alla Camera dei Deputati.  L’associazione ritiene che quanto previsto dal Testo attuale, ne limiterà l’esercizio con gravi ripercussioni sui livelli occupazionali e reddituali degli operatori e sull’intero comparto dei Servizi turistici, a danno degli investimenti fatti da Enti pubblici e dagli imprenditori negli ultimi anni.

L’associazione, inoltre, sarà al fianco di tutti gli operatori del settore e dell’intero comparto Turistico, per qualsivoglia azione che favorisca l’incremento delle presenze e la tutela dei medesimi.

L’associazione si attiverà al più presto per incontrare gli assessori ai Trasporti, Turismo e Sviluppo Economico, i presidenti delle provincie di Lecce, Brindisi, Taranto, i parlamentari, per illustrare le proposte di modifica al Decreto e chiedere il loro sostegno.  Per informazioni contattare la Segreteria a: segreterianccgrandesalento@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Nella repubblica delle banane qualsiasi consorteria politica, passata e presente, ha una paura dannata dei tassisti. Paura chiaramente di perdere voti . Per cui questa paura, questa cagarella dei partiti politici, blocca totalmente un intero settore (autoservizi pubblici non di linea) . O si fa come dicono i tassisti o niente da fare. Liberalizzare manco a parlarne. E purtroppo, mi duole dirlo, quando si impedisce per interessi corporativi ed egoistici e con l'eccessiva , asfissiante e paranoica normazione lo sviluppo e la concorrenza di un qualunque settore dell'economia, null'altri si è come quelli che vengono di notte e ti mettono la bomba sotto il negozio o ti sparano: mafiosi, null'altro che mafiosi. E coloro che , potendo, non fanno nulla per eliminare questa , ed altre , forma di mafia , sono in concorso con la stessa.Libertà , libertà d'impresa, libertà dalle mafie, concorrenza, merito, pulizia di leggi oscene e pazzoidi, eliminazioni di vincoli e cappi, deregulation diffusa : o si fa così o andremo presto allo sfascio più totale. ( siamo già in fase di avvicinamento. Allo sfascio)

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ricettazione e maltrattamento di animali: denunciati marito e moglie

  • Ambiente

    Sessanta volontari a lavoro per ripulire il litorale: riempiti 100 sacchi

  • Cronaca

    Pistola clandestina e cocaina in un vano condominiale: indaga la polizia

  • Attualità

    Dai gol allo studio di registrazione: l'esordio musicale del bomber Tedesco

I più letti della settimana

  • Auto contro moto sulla panoramica: morto un imprenditore

  • Tamponamento a catena sulla superstrada: un'auto si ribalta

  • Scu, il nuovo pentito: “La mia latitanza tra Fasano e Porto Cesareo”

  • Rapinatore armato di pistola piomba in farmacia e porta via 600 euro

  • Incidente stradale sulla 379: auto si ribalta, un ferito

  • Brindisi già capitale: Forza Italia ci riprova, depositata proposta di legge

Torna su
BrindisiReport è in caricamento