Oria, anziano bruciava rifiuti plastici nel giardino di casa: denunciato

Si tratta di un uomo di 76 anni. E' accusato di combustione illecita di rifiuti, scoperto dai carabinieri forestali

ORIA - I carabinieri forestali della stazione di Brindisi, nel corso di un pattugliamento di contrasto agli illeciti ambientali, operato nelle campagne di Oria, hanno denunciato un 76enne, P.S. per combustione illecita di rifiuti. E' stato sorpreso nella sua villetta di campagna  nei pressi del Santuario di San Cosimo mentre bruciava cumuli di residui vegetali misti a rifiuti plastici, carta e imballaggi. I militari sono stati attirati proprio dal forte odore caratteristico di plastica bruciata. 

foto rogo oria 2-2

"Anche questo episodio, a pochi giorni da quello di Montalbano di Fasano, ripropone l’ allarmante fenomeno dei rifiuti, anche pericolosi, dati alle fiamme nelle campagne e periferie urbane del territorio, con grave pregiudizio per l’ ambiente e l’ atmosfera". Scrivono i militari in una nota. 

"Il legislatore ha riconosciuto la gravità del problema (vedi “Terra dei fuochi” in Campania), inserendolo come delitto fra i reati previsti dal Testo Unico Ambientale. Tuttavia, nonostante la gravità delle pene, i comportamenti illeciti persistono e pertanto i Carabinieri Forestali non abbassano la guardia, come dimostrano gli ultimi risultati conseguiti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento