Parco naturale regionale Dune Costiere, Angela Milone è il nuovo direttore

Il presidente del parco onorevole Enzo Lavarra ha firmato il decreto di nomina, conseguente a una selezione pubblica

OSTUNI - Angela Milone è  il nuovo direttore del parco naturale regionale Dune Costiere. Il presidente del parco onorevole Enzo Lavarra ha firmato il decreto di nomina della dottoressa Angela Milone, architetto e ingegnere, conseguentemente agli esiti della selezione pubblica indetta dall'Assemblea del Consorzio in osservanza dello  Statuto dell’Ente.

“Auguro a nome della comunità del Parco buon lavoro. Sono sicuro che le competenze e la corrispondenza di Milone alla missione propria del Parco porterà ulteriori positivi sviluppi, nel solco delle importanti esperienze maturate”, ha dichiarato Lavarra.

“Colgo occasione per ringraziare l’ingegner Federico Ciraci per la competenza e la cura con cui ha svolto la funzione di direttore nella fase transitoria della selezione pubblica. Come un apprezzamento particolare rivolgo a Gianfranco Ciola per l’opera impegnata  e creativa  con cui ha svolto la sua funzione; fiducioso che la sinergia fra Parco e Gal Alto Salento, di cui Ciola è direttore, darà impulsò complessivo alla promozione dei territori di riferimento nelle tematiche di comune interesse dei due Enti”. 

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

  • Carabinieri intercettano auto rubata: inseguimento in città

Torna su
BrindisiReport è in caricamento