Porto sempre più videosorvegliato: presentato il nuovo sistema di security

Le immagini riprese dalle telecamere saranno visualizzate in tempo reale da un operatore. "Ci avviciniamo a standard Ue"

BRINDISI – Le intrusioni saranno segnalate in tempo reale. Ogni movimento sospetto verrà subito comunicato alle forze dell’ordine. Vita dura anche per gli incivili dediti all’abbandono di rifiuti. Porto di Brindisi sempre più sicuro grazie all’entrata in funzione dell’infrastruttura informatica complessa a supporto della security. Le immagini riprese dalle telecamere sparse nell’area portuale compaiono sui monitor di una sala allestita presso la sede dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico Meridionale, davanti agli occhi di un operatore.

Il sistema, realizzato con tecnologie di ultima generazione, è stato presentato stamattina (giovedì 4 luglio), dal presidente dell’Authority, Ugo Patroni Griffi, nel corso di una dimostrazione alla quale hanno assistito anche il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, e i vertici locali delle forze dell’ordine.

Monitor del sistema security del porto di Brindisi-2

Controlli sui movimenti sospetti

L’impianto di videosorveglianza consentirà di rilevare ogni forma di utilizzo improprio del porto. Sarà possibile, ad esempio, individuare il volto di un pregiudicato che compie dei movimenti sospetti nei pressi di aree sensibili, oppure dei veicoli che seguono dei percorsi insoliti. Faranno accendere una spia anche i bagagli lasciati là dove non dovrebbero trovarsi e assembramenti inaspettati di persone. Il professor Antonio Leandro e l’ingegnere Cristian Casilli, ingegnere informatico dell’ente portuale, hanno illustrato qualche caratteristica tecnica, spiegando che il sistema “si presta ad aumenti di funzionalità e che potrà essere configurato in modo da uniformarsi alle esigenze dei fruitori”.

L'ingegnere Cristian Casilli-2

Il sistema anti-intrusione

Una delle funzioni più interessanti è quella anti-intrusione. In alcune zone del porto è stata installata una fibra ottica dotata di un allarme che si attiva a ogni tentativo di ingresso non autorizzato. In altre aree, invece, l’anti-intrusione è gestita con delle linee blu virtuali che compaiono sui monitor. In futuro l’impianto potrà essere ulteriormente migliorato, come spiegato da Ugo Patroni Griffi, tramite l’adozione del 5G, una tecnologia che permetterà di introdurre una forma di intelligenza artificiale nel sistema di security, rendendo gli schermi più dinamici.

Tutto questo, assicura Patroni Griffi, porterà dei vantaggi. “Il porto – afferma – potrà avvicinarsi a standard internazionali e raggiungere il bilanciamento fra efficienza, sicurezza e celerità dei trasporti, per quanto riguarda sia le merci che i passeggeri. E’ verso questo bilanciamento che va L’unione europea”. Il presidente dell’Authority confida inoltre in un avvicinamento fra gli interessi dell’ente e quello della città.

Sistema security porto Brindisi 2-2-2

"Più vicini agli interessi della cittadinanza"

“Spesso – dichiara - parliamo due linguaggi diversi, perché difendiamo interessi diversi: io devo difendere la sicurezza del porto e l’aumento del commercio, facendo tutto ciò che è in mio potere perché questo avvenga. L’interesse di un sindaco è diversa, perché la gente pensa che noi neghiamo ingiustamente l’accesso a porzioni di territorio. Adesso la tecnologia ci consentirà di conciliare questi interessi. Se qualcuno, infatti, vuole legittimamente entrare in una zona del porto, il sistema gli permetterà di accedere al suo interno, previa registrazione".

"A Manfredonia - conclude - un impianto che è un giocattolo rispetto a questo ci ha consentito di sperimentare la simbiosi fra esigenze della popolazione ed esigenze prioritarie del porto. Un porto sicuro diventa un porto attrattivo sia per il diritto internazionale che per le politiche dell’Unione europea”. 

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Locali e attrezzature sporchi e ragnatele sulle pareti: chiuso panificio

  • Incidente al solito incrocio tra le provinciali: coinvolti due auto e un camion

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento