Deiezioni canine: i marciapiedi intorno al carcere sono stati ripuliti

Intervento della società di igiene urbana. Ma la città va dotata di una rete di contenitori, altrimenti nulla cambierà

BRINDISI - Le segnalazioni dei cittadini attraverso la stampa servono. Dopo la denuncia dello stato pietoso dei marciapiedi intorno alla casa circondariale di via Appia, lastricati di deiezioni canine per il comportamento dei proprieri degli animali della zona, questa mattina la situazione si presentava così come documentato dalle foto: tutto ripulito dall'azienda di igiene urbana,

Ma non è affatto da eslcudere che sia in queste strade che in numerosi altri luoghi della città, le situazioni descritte permangano o vengano presto replicate, data la limitata repressione, ma soprattutto data la mancanza di contenitori dove riporre i sacchetti con gli escrementi. Va considerato che raccogliere gli escrementi del proprio cane ed essere costretti a portarseli a casa è una delle cause principali dei comportamenti descritti e più volte denunciati.

marciapidi carcere ripuliti-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bisogna dotare la città di numerosi contenitori, che vanno poi quotidianamente vuotati dal personale addetto. Solo dopo la disponibilità di tali attrezzature, in numero sufficiente in tutta la città, si potrà rifare il punto del livello di civiltà degli abitanti di Brindisi, al netto delle opzioni messe a disposizione dall'amministrazione civica. L'inciviltà ha sempre due attori: chi commette l'atto, chi non fa nulla per prevenirlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Tenta rapina in rivendita di pane, il titolare reagisce e lei fugge: denunciata

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento