"Ex Deposito catene, necessario concorso pubblico"

Il Forum Ambiente Salute e Sviluppo: "Quell’area sul canale Pigonati evoca ricordi e suggestioni interessanti"

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota del Forum Ambiente, Salute e Sviluppo, sulla riqualificazione dell'area dell’“ex deposito delle catene”

Da anni i brindisini sognano di abbattere il muro che impedisce il raccordo tra il piazzale del Monumento al Marinaio e l’area dell’“ex deposito delle catene” per poterne fruire. Finalmente pare che questo sogno si stia realizzando. Nell’ottobre dello scorso anno l’assessore Roberto Covolo apriva i cancelli di tale area ai cittadini come segno di attenzione alle esigenze di partecipazione e anche per favorire ogni possibile condivisione.

Quell’area, che si affaccia sul canale Pigonati e sulla città, oltre ad essere di grande valore paesaggistico evoca ricordi e suggestioni interessanti ed è per questo che i cittadini si  aspettano interventi progettuali di qualità, che possono essere garantiti solo ricorrendo direttamente a profili di certificato spessore professionale e culturale. Auspichiamo perciò che l’attuale amministrazione, in linea con le sue annunciate scelte innovative di fondo, indìca  un concorso pubblico di progettazione o ricorra ad una figura di indiscusso valore professionale.

Non si può correre il rischio che un’area di così rilevante importanza per la riqualificazione urbana riceva trattamenti non adeguati al suo valore. E a tale riguardo non sarebbe vano guardare all’esperienza di altre pregevoli realtà territoriali che hanno abbandonato il grigiore di cui erano prigioniere grazie alla lungimirante visione dei propri amministratori. La riqualificazione urbana di qualità richiede i tempi necessari che non possono essere sacrificati per esigenze di minore rilievo.

“Non ci sono i tempi”: è questo il pretesto al quale in questa città si è fatto troppo spesso ricorso per non operare nei tempi e nei modi dovuti. L’auspicio è che questa negativa prassi non si manifesti anche in occasione della riqualificazione dell’“ex deposito delle catene”. Il processo democratico della partecipazione civica richiede necessariamente tempi appropriati e deve essere seguito da atti coerenti e concreti in mancanza dei quali la partecipazione diventa un esercizio del nulla.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • In linea di massima non si può fare altro che condividere le tesi esposte nell'articolo. Ciò invece che mi preoccupa è la frase "..... figura di indiscusso valore professionale…" . Quale sarebbe il "valore professionale" ? La tessera del "partito"? L'appartenenza ideologica certificata ad una certa fazione ?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Caso Cucchi: lettera di minacce a una stazione dell'Arma di Brindisi

  • Cronaca

    Inseguimento nelle campagne si conclude con un'auto incendiata e una denuncia

  • Cronaca

    Quando lo stalker è vicino di casa: brindisino finisce in carcere

  • social

    Elezioni 2019: ecco come si vota

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

  • Ospedale Perrino, donati gli organi di una donna morta a 62 anni

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento