Per gli universitari quarto mese ad abbonamento pieno. Incredibile

Stp Brindisi dichiara di non aver ancora ricevuto l'elenco degli aventi diritto dagli uffici di Unisalento

BRINDISI – Incredibile: dopo poco meno di quattro mesi dall’inizio dell’anno accademico gli studenti pendolari brindisini iscritti ai corsi dell’Università del Salento (sia in Cittadella della Ricerca che nelle sedi di Lecce e Monteroni) non riescono ancora ad ottenere la riduzione dell’abbonamento di cui hanno diritto, e le famiglie sono costrette all’esborso pieno della tariffa Stp.

BrindisiReport è tornato a chiedere oggi 8 gennaio 2020 alla direzione della Stp di Brindisi quale sia la ragione di questa situazione che lede il diritto allo studio, e la risposta è stata che l’azienda non ha ancora ricevuto dagli uffici competenti di Unisalento la lista degli aventi diritto alla riduzione. Insomma, il problema sollevato a ottobre dagli studenti brindisini non è stato ancora risolto.

Il 31 ottobre il direttore della Stp Brindisi, Maurizio Falcone, spiegando le ragioni del ritardo nell’applicazione della tariffa ridotta, aveva sottolineato che la società aveva chiesto per tempo all’università di fornire l’elenco dei pendolari con i requisiti richiesti per l’abbonamento agevolato, dato che era stata riscontrata in passato la concessione di questo benefit anche a persone non aventi diritto.

A quel punto, aveva spiegato l’azienda, non sarebbe stato possibile procedere per novembre, e l’augurio era quello di ricevere gli elenchi almeno in tempo per applicare da dicembre le riduzioni. Questa mattina la Stp ha confermato di non aver ancora ricevuto i nomi degli studenti, malgrado il 20 dicembre - aveva fatto sapere il movimento “Ora tocca a noi”, forza della maggioranza che amministra il Comune di Brindisi – fosse stata approvata dal senato accademico di Unisalento la nuova convenzione con Stp.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con ciò, il problema era stato considerato risolto, fu dichiarato. Così non è. Il superamento dei ritardi burocratici e tecnici che mettevano a rischio la garanzia di questo servizio per gli studenti della sede di Brindisi” non è ancora avvenuto. Così lamentano gli studenti stessi, e così conferma la stessa Società trasporti pubblici di Brindisi. Quindi gennaio sarà ancora un mese di abbonamento a costo pieno per i pendolari dei corsi di laurea di Unisalento. Considerati ancora una volta, assieme alle loro famiglie – è la loro constatazione -, utenti di “serie B”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Tenta rapina in rivendita di pane, il titolare reagisce e lei fugge: denunciata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento