Le mascherine cucite da Ismael: un aiuto per anziani e bisognosi

Operaio in una sartoria di Francavilla Fontana, non potendo andare a lavorare, ha deciso di cucire le mascherine che saranno donate alla comunità

TORRE SANTA SUSANNA - Non si arresta la solidarietà in questo momento difficile che la Puglia, insieme alle altre regioni d'Italia, sta attraversando per l'emergenza Covid-19. Una bella storia di aiuto e sostegno arriva da Torre Santa Susanna e, in particolare, da il Siproimi "Sadaka" per richiedenti asilo e rifugiati dove è ospite Ismael, operaio in una sartoria di Francavilla Fontana che, non potendo recarsi a lavoro per l'emergenza coronavirus, ha deciso di donare il suo tempo, mettendolo a disposizione della comunità.

mascherine torre santa susanna 2-2-2

Come?  Realizzando con la sua macchina da cucire alcune mascherine che saranno consegnate alla consulta dei servizi sociali del Comune di Torre Santa Susanna, la quale a sua volta, provvederà a consegnarle alle persone anziane e più bisognose della città. Non c'è cosa più bella che aiutare una persona, magari non potrà cambiare il mondo, ma può cambiare il mondo di una persona.

La storia di Ismael

Vent'anni, originario del Mali, Ismael è arrivato al Siproimi di Torre S.Susanna nell'autunno del 2018 con una grande valigia che conteneva la sua macchina da cucire. Così ci racconta Irene Milone, responsabile del Consorzio Nuvola: "Ismael ha una grande professionalità in questo settore. Attualmente lavora in una importante azienda tessile di Francavilla Fontana dove ha fatto sei mesi di tirocinio prima del contratto a tempo indeterminato".

Non è nuovo a queste opere di solidarietà: nel Natale 2018 ha cucito presine, grembiuli, strofinacci il cui ricavato dalla vendita è stato donato ai servizi sociali del Comune di Torre e per l'emergenza Covid-19 ha cucito un centinaio di mascherine per la comunità africana. Poi sono arrivate quelle per gli anziani e persone in difficoltà sempre di Torre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Parla perfettamente l'italiano - continua Irene Milone - è ragazzo educatissimo ed ha,anche, preso la patente". Ismael ha terminato il suo percorso nella comunità e da alcuni mesi è alla ricerca di un appartamento in fitto a Francavilla Fontana, città dove lavora: "Purtroppo -  conclude la responsabile del Siproimi - fino ad oggi non è stato possibile perchè pare sia un problema affittare case alle persone africane".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

Torna su
BrindisiReport è in caricamento