La gente non aspetta il Comune, e si ripulisce la rotonda sul mare

Nuovo intervento di cittadini volontari a Specchiolla venerdì 5 giugno: tagliate le erbacce, potate le macchie di oleandro

nelle foto, lo stato dei luoghi dopo e prima l'intervento dei cittadini

SPECCHIOLLA (Carovigno) – Pagano i tributi al Comune di Carovigno, ma sono condannati a ricevere in cambio ben poco, quindi anche questa volta hanno deciso di fare da soli. Perché la pazienza ha un limite. Armati di cesoie, rastrelli, pale, seghetti e quant’altro, nel pomeriggio del 5 giugno un folto gruppo di villeggianti di Specchiolla è passato ai fatti, e ha ripulito dall’erba secca alta ormai un metro tutta l’area attorno al porticciolo e alla rotonda, potando a regola d’arte anche le macchie di oleandri che costeggiano la strada che conduce al lungomare e alle spiagge.

degrado specchiolla 2019 (4)-2

specchiolla ripulita dai volontari anche nel 2019-2

Bandiera Blu virtuale soprattutto a loro, ai volontari, che sicuramente la meritano più di altri. Hanno ridato dignità al luogo, hanno eliminato un rischio per le persone: l’erba e le macchie nascondevano la visibilità sia ai pedoni che alle auto, rendendo l’attraversamento pericoloso soprattutto per bambini e anziani. Adesso al Comune di Carovigno non resta che rimuovere gli sfalci accumulati dopo la ripulita radicale di venerdì pomeriggio. Si vedrà entro quanto tempo ciò avverrà.

degrado specchiolla 2019 (3)-2

specchiolla ripulita dai volontari anche nel 2019 (3)-2

Va detto che recentemente si è provveduto a chiudere le buche sulla sede stradale, alcune davvero pericolose, pochi giorni dopo un nostro articolo sulle condizioni in cui si trovava la borgata marina, assieme a quella di Pantanagianni (buche chiuse anche lì, ma gran parte del marciapiede della strada principale ancora impercorribile e preda di rovi e cespugli vari). Si è ancora lontani, però, da standard di ordinario decoro.

specchiolla ripulita dai volontari anche nel 2019 (5)-2

Questione di disponibilità finanziarie? Priorità – come dice la gente – alla borgata di Santa Sabina perché abitata da cittadini di Carovigno a differenza di Specchiolla e Pantanagianni? Che fine hanno fatto farmacia e guardia medica, malgrado in piena estate Specchiolla, incluso il villaggio di Riva Marina e il resort annesso abbiano una popolazione paragonabile a quella di Carovigno?

Se un Comune ha risorse e servizi non adeguati alle dimensioni e alle esigenze del territorio amministrato, occorre fare ricorso ad altre soluzioni previste dagli ordinamenti, come i consorzi e le associazioni tra Comuni. Ma bisogna chiedersi se ciò fa parte della cultura amministrativa locale, e comunque se un giorno lo sarà, al di là degli interessi localistici che, come si è visto, obbligano i cittadini a coprire i vuoti della gestione comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento