Sanremo 2018, anche una sampietrana nella squadra degli acconciatori

C’è anche una parrucchiera di San Pietro Vernotico,nello staff degli “hair stylist” che acconceranno gli artisti del festival di Sanremo

SAN PIETRO VERNOTICO – C’è anche una parrucchiera di San Pietro Vernotico, Samantha Martina 42 anni a fine marzo prossimo, nello staff degli “hair stylist” che acconceranno gli artisti del festival di Sanremo in onda su Rai Uno dal 6 al 10 febbraio prossimi. Samantha, moglie e mamma di due figli di 12 e 19 anni, la passione per le acconciature ce l’ha da quando aveva appena 16 anni, da dieci anni ha un salone a San Pietro Vernotico insieme al marito anche lui parrucchiere, ma per uomini.samantha martina parrucchiera-2

“Sono stata selezionata direttamente da una delle mie aziende la Vitality's, sponsor del Festival, uno dei rappresentanti della linea di prodotti mi ha proposto questa opportunità e io l’ho presa al volo – racconta la 42enne – amo questa professione e mi piace misurarmi sempre con nuove esperienze. Questa non mi era ancora capitata, in passato ho acconciato modelle e partecipanti a prestigiosi concorsi di bellezza. Sanremo è un’avventura tutta nuova, sono molto emozionata ma sono certa che farò un ottimo lavoro, darò del mio meglio”. E martedì si parte alla volta della città dei fiori, per questa nuova avventura. 

Da quanto si apprende dal sito della rivista “TV Sorrisi e canzoni” tra i parrucchieri della squadra di Vitality’s che hanno acconciato gli artisti di Sanremo 2018 per lo shooting fotografico della copertina della rivista c’è anche la mesagnese Ursula Emiliano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento