Opinioni

Opinioni

Adolescenza e depressione: i segnali che un genitore deve avvertire

Tristezza profonda, sconforto, mancanza di forze e di entusiasmo, sbandamenti prolungati o intensi, pianto frequente senza motivo apparente, irritabilità designano uno stato denominato depressione

Tristezza profonda, sconforto, mancanza di forze e di entusiasmo, sbandamenti prolungati o intensi, pianto frequente senza motivo apparente, irritabilità designano uno stato denominato depressione. Di fatto questi stati d’animo sono fisiologicamente necessari all’evoluzione dell’uomo in quanto rispondono a eventi non allegri, rispecchiano un momento di salutare solitudine e riflessione; indicano che è il momento di fermarsi, di dare il giusto spazio al dolore, capire cosa o chi è stato perso, piangendo le lacrime necessarie affinché la ferita possa cicatrizzarsi.

Se la tristezza rimane all’interno può continuare a covare per anni, sfociando in un disturbo depressivo. Non è la tristezza in sé disfunzionale, ma l’educazione a non esprimerla. Quando tutto ciò diventa un abito esistenziale, duraturo, intenso allora non è più funzion