Opinioni

Opinioni

I vecchi e i nuovi ruoli della donna nella famiglia

I compiti sono aumentati e sono più complessi, per questo sono necessari maggiore supporto e rispetto per mogli e madri

La figura femminile è variegata di tante dimensioni. Ha rivestito, e riveste tuttora, un ruolo molto importante all’interno della famiglia, riferimento del focolare domestico, della società, come lavoratrice, e della comunità in generale, erogatrice di solidità e amore. Nel corso del tempo vi sono stati innumerevoli cambiamenti sul ruolo della donna: l’emancipazione sociale, economica e politica, che ha portato la società a riconoscere e rivalutare le potenzialità del genere femminile. In passato ella era soltanto equiparata a “padrona e regina della casa”, oggi gestisce una vasta rete di relazioni dalla famiglia al mondo del lavoro.

Quindi non solo moglie, mamma, figlia di genitori che accudisce, ma donna lavoratrice, pronta a dare del suo nel volontariato, consigliera, amica. Ecco la figura femminile presente in tutte le sue sfumature. Quest’ardua professione richiede determinate capacità di flessibilità e di organizzazione delle varie mansioni durante l’arco della giornata, cucinare, occuparsi delle faccende domestiche, accompagnare i figli a scuola e aiutarli nei compiti. 

Non solo: spesso non viene riconosciuto, ma il ruolo della mamma nel nucleo famigliare è simbolo di cura, affetto, equilibrante delle dinamiche più diverse ed esasperate; modellatore verso il proprio compagno ed i figli. E fuori le mura domestiche la donna fa fronte alle varie necessità che comporta il suo essere lavoratrice, collega, dirigente, sorella. E sempre con il sorriso, presente anche nella stanchezza, sa donare un sorriso oltre se stessa. Districarsi in questa rete di impegni e responsabilità non è scontato e non sempre è considerato valido. 

A volte ancora serpeggiano nella nostra società etichette sulla figura femminile circa la sua sensibilità vista come debolezza, il suo fisico delicato e non pronto a tutti i lavori, schiavizzata nelle sue mansioni domestiche, incapace di gestire il denaro, oggetto-possesso d’amore nelle mani di un uomo. Sappiamo però che questo serve più a chi enuncia il pregiudizio per sentirsi più forte. Di fatto la donna di oggi come quella di ieri che lavorava nelle fabbriche, nelle campagne, ha la capacità di essere multitasking nelle varie sfere di vita quotidiana: essere contemporaneamente in più ruoli merita di essere lodata ogni giorno. Ecco allora il ringraziare e l’amare tutte le donne, aiutandole, supportandole, agevolarle nei loro compiti, affinché restino e non trascurino quello che è un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno di noi. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Strage nella notte, tre giovani morti in un incidente stradale

  • Sport

    Banks torna in tempo per il difficile spareggio con Varese

  • Sport

    Scontri dopo Fasano-Altamura: per undici ultras Daspo e denuncia

  • Politica

    Forza Italia: "No all'autonomia differenziata delle regioni del Nord"

I più letti della settimana

  • Strage nella notte, tre giovani morti in un incidente stradale

  • Tragedia sulla strada Ostuni-Montalbano: morti due ragazzi

  • Rapinatori nell'ufficio postale del Casale: "Tranquilli, vi vogliamo bene ragazzi"

  • Attaccati e feriti da pitbull, cavalla sbalza il padrone e fugge in paese

  • Trasportavano parti auto rubata: inseguiti e presi dalla Polstrada

  • Giovane disoccupata voleva lanciarsi nel vuoto, bloccata da passante

Torna su
BrindisiReport è in caricamento