Bonus casa: detrazioni per mobili ed elettrodomestici

Collegato al beneficio della ristrutturazione, la Legge di Bilancio 2020 ha rinnovato anche la deduzione per i nuovi acquisti fino a 10mila euro

Il bonus ristrutturazione è uno dei bonus casa di maggiore successo e confermato nella Legge di Bilancio 2020, consiste nella possibilità di beneficiare della detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 96.000 euro per singola unità immobiliare.

Collegato al bonus ristrutturazioni, anche il bonus mobili è stato rinnovato per il 2020. Di cosa si tratta?

I contribuenti che approfittano del bonus mobili possono detrarre il 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di 10.000 euro se effettuano lavori di ristrutturazione e comprano mobili nuovi o elettrodomestici di classe elettronica A+ e A per arredare l’immobile ristrutturato. Per il bonus elettrodomestici va effettuata la trasmissione dei dati all’Enea.

Per ottenere la detrazione fiscale, è obbligatorio comunicare i dati relativi alle spese sostenute per l’acquisto di:

  • forni;
  • frigoriferi;
  • lavastoviglie;
  • piani cottura elettrici;
  • lavasciuga;
  • lavatrici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Terrazzo, come impermeabilizzarlo

  • Bonus casa: detrazioni per mobili ed elettrodomestici

  • Arredare la mansarda: consigli e idee

  • Calcare nel bagno: come eliminarlo

  • Piante in inverno, proteggerle dal termosifone

Torna su
BrindisiReport è in caricamento