Furto di energia per 70mila euro, arrestato titolare di una concessionaria

Ai domiciliari un 53 anni, di San Michele Salentino: trovato dai carabinieri un magnete sul contatore del locale. Dall'inizio del 2016 sono 74 i brindisini arrestati per lo stesso reato

SAN MICHELE SALENTINO - Un magnete sul contatore della concessionaria auto. Escamotage scoperto dai carabinieri che hanno arrestato il titolare dell'attività, un 53enne di San Michele Salentino, con l'accusa di furto aggravato di energia elettrica.

Ieri pomeriggio i  militari si sono presentati nella sede della concessionaria, una delle più conosciute del Brindisino, per procedere con le verifiche che nelle ultime settimane sono aumentate e hanno scoperto che il contatore dell'energia elettrica era stato modificato in modo tale da consentire un'alterazione nei consumi. Con conseguente danno per la società elettrica per 70mila euro, secondo la stima dei tecnici Enel.

L'imprenditore brindisino è stato arrestato in flagranza di reato e su disposizione del pubblico ministero di turno è finito ai domiciliari