A.A.A cercansi raccoglitori di arance in viale Commenda, via Porta Lecce e via Osanna

L'Ente: “I frutti cadono, imbrattano le strade e possono causare cadute. Multiservizi costretta a intervenire”

Alberi di arance in via Porta Lecce

BRINDISI – Arance amare e mature che cadono dagli alberelli del Comune di Brindisi e finiscono sui marciapiedi e sulle strade, sporcando e creando rischi di cadute o incidenti. Gli addetti della Multiservizi le raccolgono, ma da quest’anno a Palazzo di città si accettano offerte dai privati. Offerte gratis, a costo zero per l’Amministrazione che, in cambio, offre ai cittadini gli stessi frutti diventati “indigesti”.

L’avviso

Il Comune di Brindisi-2La novità arriva direttamente dalla sede della ripartizione ai Lavori Pubblici, sotto forma di “avviso pubblico” finalizzato appunto alla “raccolta di arance”. Più esattamente, si tratta delle “arance amare” degli alberi che si trovano in viale Commenda, Via Porta Lecce e via Osanna e che da diverso tempo costituiscono un elemento dell’arredo urbano. Bello e caratteristico, sicuramente. Ma per il Comune c’è anche il rovescio della medaglia che comincia a farsi sentire e che pesa, per le possibili conseguenze in termini economici. Perché se i frutti si staccano dagli alberi sporcano e bisogna pulire oppure possono costituire un pericolo per i pedoni, soprattutto anziani e bambini, con l’ulteriore conseguenza di esporre l’Ente ad azioni legali per ottenere il risarcimento dei danni.

L’idea

La soluzione escogitata a Palazzo di città è la raccolta con invito ai brindisini e più in generale a chiunque abbia buona volontà e intenda procedere alla raccolta. A dire il vero la paternità dell’iniziativa non spetta ai dirigenti del Comune, ma a un brindisino, il quale – stando a quanto di apprende direttamente da Palazzo di città – ha scritto all’Ente per chiedere se fosse possibile raccogliere quei frutti. L’istanza è stata protocollata lo scorso 27 marzo.

vigili del fuoco viale commenda

Il 6 aprile scorso, il dirigente del settore Lavori pubblici, Gaetano Padula, riconoscendone la bontà, l’ha fatta propria, firmando l’avviso rivolto a “chiunque abbia analogo interesse”: “può inoltrare istanza a questa Amministrazione entro sette giorni a far data dalla pubblicazione del presente avviso al seguente indirizzo, Comune di Brindisi Settore Lavori Pubblici Piazza Matteotti, 1; oppure a mezzo mail all’indirizzo : ufficioprotocollo@pec.comune.brindisi.it”.

Le domande

C’è tempo sino al prossimo 13 aprile. I volontari dovranno raccogliere senza nulla pretendere nei confronti dell’Ente, “senza onere” e sollevando da “qualsiasi responsabilità questa Amministrazione per eventuali danni a persone o cose che potrebbero verificarsi in occasione delle operazioni di raccolta”. Le arance ci sono, si cercano volontari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento