A fuoco un rimorchio: caos sulla 379

BRINDISI - È ripresa soltanto nel pomeriggio la circolazione dei mezzi lungo la strada statale 379, nei pressi di Brindisi, dove stamani il rimorchio di un Tir ha preso fuoco. Gli operai dell'Anas hanno provveduto agli interventi di pulizia della carreggiata e quindi la polizia stradale ha potuto riaprire la circolazione anche sulla corsia sud.

Pattuglia della polizia su Ponte 379

BRINDISI - È ripresa soltanto nel pomeriggio la circolazione dei mezzi lungo la strada statale 379, nei pressi di Brindisi, dove stamani il rimorchio di un Tir ha preso fuoco. Gli operai dell'Anas hanno provveduto agli interventi di pulizia della carreggiata e quindi la polizia stradale ha potuto riaprire la circolazione anche sulla corsia sud.

Le fiamme si sono sviluppate nel rimorchio di un mezzo pesante di nazionalità bulgara, con un carico di tendaggi. L'autista si è reso conto di quanto stava accadendo appena in tempo ed ha sganciato la motrice. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti della polizia stradale.

Nella tarda mattinata è stato rimosso il rimorchio con una gru, ma la sede stradale è rimasta a lungo invasa da residui di plastica e di tessuti. Migliaia di autovetture provenienti da nord e dirette a sud sono state quindi deviate sullo svincolo per San Vito dei Normanni per poi rientrare sulla 379 all'altezza dell'incrocio per Taranto. Poi, nel pomeriggio, con la riapertura del tratto di superstrada rimasto chiuso per consentire il complesso intervento dei mezzi di soccorso, la circolazione è tornata lentamente alla normalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

  • Coronavirus: "Pugliesi di rientro dal Nord contattino le autorità sanitarie"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento