Detiene illegalmente i fucili del padre defunto: i carabinieri lo arrestano

Un 54enne di San Donaci aveva ereditato due fucili marca Beretta dal padre ma non ne aveva denunciato il possesso. Arrestato in regime di domiciliari

SAN DONACI – Aveva ereditato due fucili dal padre, ma non ne aveva denunciato la detenzione. E’ stato arrestato in flagranza di reato un 54enne di San Donaci a seguito di una perquisizione domiciliare effettuata dai carabinieri della locale stazione. I militari hanno rinvenuto presso l’abitazione del 54enne due fucili automatici marca Beretta calibro 12 magnum, oltre a una carcassa e una canna.

Le armi era regolarmente denunciate dal defunto padre, morto nel 2007. Il figlio, però, non avrebbe regolarizzato la sua posizione. L’uomo, una volta espletate le formalità di rito, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato riaccompagnato presso la propria abitazione in regime di domiciliari, con l’accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Economia

      Msc Crociere conferma lo scalo del porto di Brindisi anche per il 2019

    • Cronaca

      “Ero esasperato: a quell’imprenditore avevo prestato 1.500 euro”

    • Cronaca

      Da Restinco a Berlino per progettare e compiere attentati, arrestato 22enne congolese

    • Cronaca

      Cimitero, il Comune dimentica di inserire le tariffe nel bando per i servizi

    I più letti della settimana

    • Lavoro nero nei cantieri e abusivismo edilizio: 40 denunce nel Brindisino

    • Cade mentre pota un albero: tragedia nelle campagne di Ostuni

    • Scatta l'allarme, fallisce furto col buco in negozio di abbigliamento

    • Attentato a pizzeria nel Bellunese, ferito gravemente giovane brindisino

    • Spari e tentata estorsione a un imprenditore agricolo: arrestato dalla Mobile

    • Incidente nel centro abitato: moto fuori controllo finisce su auto in sosta

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento