Accordo Provincia-Comune per la valorizzazione di via Cappuccini

Siglato protocollo di intesa per il recupero di beni immobili che appartengono ai due enti. Il Comune dà la disponibilità ad acquisire la litoranea nord, al buio da due anni

Case popolari in via Cappuccini

BRINDISI - Il Comune e la Provincia di Brindisi, nelle persone della sindaca Angela Carluccio e del presidente Maurizio Bruno, hanno concordato oggi la sottoscrizione di un protocollo d’intesa per la valorizzazione delle aree di via Cappuccini, con immobili appartenenti ai due enti. L’obiettivo è quello di una progettazione preliminare congiunta nel rispetto delle possibilità edificatorie di ciascuno.

“Nell’ambito dello stesso protocollo d’intesa – si legge in un comunicato dell’amministrazione comunale - il Comune si dichiara disponibile a prendere in carico dalla Provincia la Strada provinciale 41 (la litoranea a nord di Brindisi, ndr), e accollarsi gli oneri di gestione e manutenzione”.

La speranza è che in questo modo, finalmente, potranno essere ripristinati i lampioni, fuori uso ormai da un paio di anni. Come più volte denunciato dai residenti, infatti, la strada costiera è completamente al buio. Si vedrà se questa è davvero la volta buona per concretizzare il passaggio di proprietà del bene, ponendo fine a un intollerabile disservizio.

Tornando all’accordo con la Provincia, questo, “sollecitato dalla Regione, consentirà al Comune di poter completare l'iter per l’ottenimento della concessione per 99 anni dell’ex Collegio Tommaseo, tuttora di proprietà della stessa Regione Puglia, con l’obiettivo del recupero e della valorizzazione dell’area a fini turistici”.