Aggressioni verbali a segretario Fiom durante assemblea sindacale: "Gesto spregevole"

La Fiom Cgil di Brindisi oggetto di attacchi vili e di basso profilo”. È quanto denunciano il segretario generale della Cgil Brindisi Antonio Macchia e il segretario generale Fiom Brindisi Angelo Leo

BRINDISI – “La Fiom Cgil di Brindisi oggetto di attacchi vili e di basso profilo”. È quanto denunciano il segretario generale della Cgil Brindisi Antonio Macchia e il segretario generale Fiom Brindisi Angelo Leo in una nota inviata agli organi di informazione in cui raccontano l’accaduto da cui prendono le distanze e condannano invitando l’azienda a prendere gli opportuni provvedimenti. 

I fatti si sono verificati martedì 6 novembre scorso quando erano in programma presso la Salver di Brindisi, azienda che opera nel settore aeronautico, tre assemblee organizzate dai sindacati confederali di categoria, cadenzate per i tre differenti turni di servizio, finalizzate a discutere del piano assunzionale in merito al licenziamento di alcuni lavoratori somministrati.

I fatti

“Durante lo svolgimento di due delle tre assemblee, il segretario generale, il compagno Angelo Leo, raggiunto da alcuni dipendenti - chiaramente non simpatizzanti della Fiom -  veniva prima aggredito verbalmente senza alcun motivo e successivamente invitato a lasciare i luoghi della Salver. Ma visto l’intendimento di tutti i compagni Fiom, in primis del segretario generale, nel voler proseguire l’attività sindacale, così come programmata, gli stessi si adoperavano in minacce e provocazioni fino a cercare lo scontro fisico con il Segretario Generale Fiom, non avvenuto grazie all’intervento di altri lavoratori”.

Le assemblee sono proseguite come da calendario e successivamente sono stati informati i vertici della Salver affinché assumessero i provvedimenti consequenziali. “Quanto accaduto è spregevole, soprattutto se si considera che sia stato commesso all’interno di un’importante azienda che da sempre, nel panorama nazionale, ha rispetto dell’attività sindacale del suo personale e dei Sindacati che li rappresentano. La Cgil ha già posto in essere tutte le opportune iniziative del caso. Adesso la Salver dovrà assumere tutti i provvedimenti necessari rispetto a questi suoi dipendenti che usano la violenza, la forza e l’intimidazione per arginare la presenza di un sindacato all’interno dell’azienda”.

“L’attività sindacale è libera e tale deve rimanere, questi mezzi non ci appartengono, prendiamo le distanze da situazioni come quella accaduta e non accettiamo di essere oggetto di attività delinquenziali. Il consenso sindacale non si acquista con la regola del più forte, i lavoratori sono liberi di scegliere a quale Sindacato iscriversi e devono essere liberi di partecipare alle loro assemblee”.

“Lo scontro civile e democratico deve essere sui contenuti, sul merito e sull’impegno sindacale, il luogo di lavoro deve essere custodito e protetto perché prezioso, soprattutto in una realtà come quella brindisina. A questo punto, però, ci aspettiamo quanto prima dei chiarimenti da parte dell’azienda, poiché si devono immediatamente ripristinare le regole democratiche e civili all’interno della Salver, anche perché la quasi totalità dei lavoratori in servizio presso lo stesso stabilimento sono esempio per tutti di correttezza e serietà”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Marea
    Marea

    ci sono persone che si credono di poter fare sempre di testa loro e come vogliono loro .

Notizie di oggi

  • Cronaca

    “Ero io quello armato nella gioielleria: pistola vera, ho esploso due colpi in alto”

  • Cronaca

    Comune di Brindisi, nomina dirigente senza selezione: processo per Consales e Carluccio

  • Cronaca

    “Non volevo ucciderlo: gli ho sparato dopo una lite per una ragazza”

  • Incidenti stradali

    Scontro fra tre auto sulla provinciale: quattro persone in ospedale

I più letti della settimana

  • Rapina con spari nella gioielleria del centro commerciale. Presi i banditi

  • Assalto nella gioielleria Stroili: ecco chi sono gli arrestati

  • Scontro frontale sulla circonvallazione di Mesagne: un morto

  • Colpi di pistola in Largo Concordia: un ferito tra i giovani del sabato notte

  • Settimana corta alla scuola media: "Docenti ignorati". E' scontro

  • Auto si schianta contro palo e travolge veicoli in sosta: grave un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento