Alla pompa gasolio invece di benzina

SAN PIETRO VERNOTICO - Quasi undicimila litri di gasolio nella cisterna della benzina, danni e disagi per una ventina di automobilisti. È accaduto tra ieri sera e stamattina a San Pietro Vernotico, presso una delle stazioni di servizio del posto. L'errore sarebbe stato causato da una distrazione dell'autotrasportatore che nella tarda serata di ieri si è occupato del rifornimento delle vasche. La società in questione accertate le varie responsabilità sta già provvedendo a rimborsare gli automobilisti rimasti vittime di questa svista.

Un rifornimento di carburante

SAN PIETRO VERNOTICO - Quasi undicimila litri di gasolio nella cisterna della benzina, danni e disagi per una ventina di automobilisti. È accaduto tra ieri sera e stamattina a San Pietro Vernotico, presso una delle stazioni di servizio del posto. L'errore sarebbe stato causato da una distrazione dell'autotrasportatore che nella tarda serata di ieri si è occupato del rifornimento delle vasche. La società in questione accertate le varie responsabilità sta già provvedendo a rimborsare gli automobilisti rimasti vittime di questa svista.

Al momento non si conosce l'ammontare complessivo del danno arrecato all'azienda. Lo stesso, comunque, è coperto da assicurazione. Fortunatamente le pompe della stazione di servizio sono state chiuse non appena i primi automobilisti hanno segnalato anomalie al motore comparse subito dopo aver effettuato il rifornimento. Il danno, quindi, è stato limitato a una ventina di vetture. Solo due hanno subito danneggiamenti alla pompa di benzina, le altre sono solo state sottoposte allo svuotamento del serbatoio.

"Già alla terza segnalazione abbiamo bloccato l'erogazione del carburante - ha spiegato il direttore generale della compagnia, giunto sul posto non appena ricevuta la notizia - è stato subito chiaro che si trattava di un nostro errore. Rimborseremo chi ha subito i danni causati dal cambio di carburante". È cioè coloro che durante la notte scorsa hanno usufruito del servizio self service e coloro che hanno fatto rifornimento di benzina questa mattina.

La notizia dello scambio di carburante e del relativo rimborso ha fatto subito il giro del paese e nel pomeriggio di oggi anche i furbetti di turno si sono fatti avanti avanzando richieste di carburante a titolo di rimborso. Ma non hanno fatto i conti con la presenza delle videocamere. "Naturalmente stiamo controllando i fotogrammi per verificare se chi ha presentato richiesta di rimborso ha effettivamente usufruito delle nostre pompe nel lasso di tempo interessato dall'errore. Qualcuno non compare per niente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In queste ore, intanto, la cisterna riempita con gasolio è sottoposta alle operazioni di travaso. Il carburante verrà sottoposto ai relativi trattamenti per essere riutilizzato, tutto secondo le procedure previste per questo genere di interventi. Per quanto riguarda il diretto responsabile di questo errore non verrà preso alcun provvedimento: "E’ un nostro dipendente da dieci anni e non ha mai causato danni o disagi. Si è trattato di una svista", precisa il direttore generale dell'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaventoso scontro fra due auto in Emilia: grave un giovane brindisino

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Quattro nuovi casi in Puglia, uno in provincia di Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento