Il dog-park abbandonato: sempre sporco e senza acqua

Delusi per la situazione i proprietari dei cani, che avevano plaudito all'apertura della struttura in via Provinciale S.Vito

BRINDISI – Cani sempre a secco al dog-park di via provinciale San Vito, salutato alla sua inaugurazione come un passo in avanti della città verso la cura e l’attenzione per gli animali, ma poi passato nel dimenticatoio come altre cose. Non bisogna dimenticare il giardinetto della Fontana Tancredi sotto chiave, la fine che hanno fatto il mini-parco nato a Sbitri sul luogo dove prima sorgevano baracche abusive, il parco di Punta del Serrone, eccetera.

dog park abbandonato 2-2Manutenzioni e sorveglianza zero. Il dog-park non più erogazione idrica da tempo. Le vaschette adibite ad abbeveratoio sono sporche e piene di tutto tranne che di acqua. Il luogo è sporco. E la delusione dei proprietari di cani è alta. La città conferma la propria refrattarietà a conservare le innovazioni, sia per incuria di chi è preposto a ciò, sia altre volte a causa di vandalismi e mancanza di rispetto per il bene comune.

E non è neppure un problema di mancanza di risorse e di priorità: altrimenti altri problemi almeno risulterebbero risolti. Ma non risulta che a Brindisi sia stato ad esempio affrontato il problema delle barriere architettoniche. E si sa che il piccolo parco giochi del piazzale del Monumento al Marinaio, quindi un kid-park, era anche in condizioni peggiori del dog-park. Ma hanno dovuto pensarci i genitori dei bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi-Taranto: attivato controllo giornaliero con Autovelox

  • Doppio inseguimento e lancio di chiodi dopo assalto a bancomat

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Operaio investito: un collega insegue auto pirata e la blocca

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

Torna su
BrindisiReport è in caricamento