Armi e droga: doppio blitz. Un arresto

BRINDISI – Controlli a tappeto delle Volanti. In un casolare spuntano armi. E all’interno di un appartamento del rione Perrino un pregiudicato del posto, tratto in arresto, coltivava la marijuana. Accortosi degli agenti, ha buttato giù le piantine dall’undicesimo piano: ma a raccoglierle c’erano gli agenti. Questo, dunque, il bilancio complessivo di una intensa attività di servizio svolta da cinque Volanti della Questura di Brindisi, coordinate dal vice questore aggiunto, Alberto D’Alessandro. I poliziotti hanno effettuato numerose perquisizioni e posti di controllo nel quartiere Perrino.

La droga sequestrata

BRINDISI – Controlli a tappeto delle Volanti. In un casolare spuntano armi. E all’interno di un appartamento del rione Perrino un pregiudicato del posto, tratto in arresto, coltivava la marijuana.  Accortosi degli agenti, ha buttato giù le piantine dall’undicesimo piano: ma a raccoglierle c’erano gli agenti.  Questo, dunque, il bilancio complessivo di una intensa attività di servizio svolta da cinque Volanti della Questura di Brindisi, coordinate dal vice questore aggiunto, Alberto D’Alessandro. I poliziotti hanno effettuato numerose perquisizioni e posti di controllo nel quartiere Perrino.

Nel corso delle attività sono stati rinvenuti e sequestrati 4 fucili di vario calibro, oggetto di recente furto in un’abitazione privata. I fucili, celati all’interno di un manufatto non ad uso abitativo, erano destinati ad approvvigionare di armi alcuni soggetti criminali dediti a furti a rapine.

Nel corso di una successiva operazione, gli agenti hanno eseguito un blitz, con perquisizione domiciliare, a carico di un ventunenne brindisino: Marco Rillo. Alla vista dei poliziotti il giovane avrebbe cercato di disfarsi di un ingente quantitativo di marijuana: una decina di piante ad alto fusto già pronte per la commercializzazione per un peso complessivo di circa 30 chili.

Rillo avrebbe tentato di disfarsi della droga, lanciando dall’undicesimo piano dell’appartamento in cui vive alcuni sacchi contenenti l’intera piantagione di marijuana ed il necessario per la coltivazione. Sacchi letteralmente caduti tra le braccia di alcuni agenti delle volanti posizionati sotto la sua abitazione. Pertanto, Rillo, con precedenti penali di natura specifica, è stato tratto in arresto per detenzione e produzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

Torna su
BrindisiReport è in caricamento