Evasione, ubriachezza e arnesi da scasso: un arresto e tre denunce

A Brindisi eseguita ordinanza del magistrato, a Pezze di Greco intervento in circolo privato e a Torre Santa Susanna controllo su auto sospetta

Tre denunce e un arresto costituiscono il bilancio delle attività di prevenzione e repressione condotte in vari centri del Brindisino dai reparti territoriali dell’Arma, oltre quelle già descritte e avvenute a Latiano, san Vito e San Michele.

Pezze di Greco: ubriaco danneggia circolo privato e insulta i carabinieri

A Pezze di Greco, i carabinieri del Nor della compagnia di Fasano hanno deferito in stato di libertà, per oltraggio a pubblico ufficiale, danneggiamento e ubriachezza, un 52enne del luogo. In particolare, l’uomo, nella serata di ieri 5 febbraio 2019, segnalato al 112 come persona in forte stato di ubriachezza,  all’interno di un circolo del luogo, aveva perso l’equilibrio e mandato in frantumi la vetrina di un espositore.

All’arrivo dei carabinieri, con la ragione ormai obnubilata dall’alcol,  ha insultato i militari mentre cercavano di calmarlo. L’uomo, soccorso dal personale del 118, è stato trasportato presso il locale ospedale da dove è stato poi dimesso con un giorno di prognosi per “stato d’agitazione in riferimento a stato d’ebbrezza”.

Brindisi: giovane donna arrestata per evasione dai domiciliari

I carabinieri della stazione di Brindisi Centro hanno tratto in arresto Antonella Carbone, 26enne del luogo, sottoposta al regime degli arresti domiciliari, in esecuzione di un’ordinanza di aggravamento della misura detentiva, emessa dalla Corte di Appello di Lecce. Il provvedimento è la conseguenza delle segnalazioni  di violazioni degli stessi arresti domiciliari da parte della carbone, inoltrate dai carabinieri al magistrato competente. L’arrestata, dopo le formalità di rito, è stata associata al braccio femminile del carcere di Lecce.

In giro per Torre Santa Susanna con arnesi da scasso

I carabinieri della stazione di Torre Santa Susanna hanno denunciato un 51enne e un 41enne, entrambi di Ugento. I due erano stati notati mentre si aggiravano nel centro della cittadina nella tarda serata di lunedì a bordo di un’autovettura Hyundai I 10 di colore bianco. Sottoposti a perquisizione, i due sono stati trovati in possesso di una chiave a rotella, due cacciavite, due paia di guanti e un “piede di porco”, depositati all’interno del portaoggetti e del bagagliaio. Gli arnesi rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento