Auto rubate e amianto in un terreno dato alle fiamme: si indaga

I vigili del fuoco scoprono una discarica abusiva utilizzata anche come covo dei ricettatori, nelle campagne di contrada Montenegro. Intervenuti anche i vigili urbani, i carabinieri e l'Asl

BRINDISI – Una macchina rubata, componenti di altre auto presumibilmente oggetto di furto e cumuli di amianto sono stati rinvenuti oggi pomeriggio (1 ottobre) in un terreno situato in contrada Montenegro, nei pressi della strada provinciale che collega Brindisi a San Vito dei Normanni. La scoperta è stata fatta dai vigili del fuoco, che intorno alle ore 14 si sono recati sul posto per spegnere un incendio, a seguito di una richiesta di intervento fatta da alcuni residenti attraverso il 115.

Quando i pompieri hanno raggiunto la zona, si sono imbattuti in una vera e propria discarica a cielo aperto, delimitata da un muro di cemento. Dalle fiamme si scorgevano materiale edile di risulta, scorie di eternit, infissi, plastica, copertoni, sedili d’auto, televisori e rifiuti di ogni genere. I pompieri, muniti di bombole d’ossigeno, si sono fatti  strada fra le sterpaglie e gli alberi, spingendosi fino a un rudere situato infondo al terreno, al cui interno si trovava una Fiat Eco bianca nuova di zecca, dalla quale erano state asportate le ruote. L’area era disseminata di spazzatura.

Per questo gli stessi vigili del fuoco, supportati da un mezzo "Nbcr" munito di sensori per rilevare eventuali materiali radioattivi e tossici, hanno attivato anche l’Asl, l’Arpa, i carabinieri della compagnia di Brindisi e la polizia municipale. Il rogo fortunatamente non ha mai minacciato le abitazioni limitrofe. I vigili urbani hanno posto il sito sotto sequestro, avviando degli accertamenti volti ad individuarne il proprietario. L'intestatario dell'auto rubata, al quale si è risaliti tramite il telaio, si è recato sul posto.

Quella scoperta oggi in contrada Montenegro, insomma, non è solo una discarica abusiva, ma anche un covo di ricettatori nel giro dei furti d'auto. Immediatamente sono state avviate delle indagini volte a risalire alle persone che hanno fatto di questo luogo una base logistica per le loro attività illecite.  

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Locali e attrezzature sporchi e ragnatele sulle pareti: chiuso panificio

  • Incidente al solito incrocio tra le provinciali: coinvolti due auto e un camion

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento