Inquinamento Canale Reale: "Subito l'intervento di bonifica"

La sezione del Partito Comunista di Carovigno ha documentato fotograficamente la situazione

TORRE GUACETO - La condizione di ibnquinamento da rifiuti speciali del Canale Reale è stata documentata stamani anche dalla sezione del Partito Comunista di Carovigno, con foto scattate al limite della Zona A dell'Area marina protetta, dove nei pressi di un piccolo attraversamento si sono accumularti contenitori e altri tipi di rifiuti plastici, creando uno strato assai inquietante sulla superficie del corso d'acqua naturale che ha le sorgenti sulle colline di Villa Castelli.

Inquinamento canale reale-2

Recentemente anche BrindisiReport ha pubblicato le foto di una estensione di contenitori di anticrittogamici e diserbanti formatasi nei pressi del cavalcavia della superstrada 379, dove il Canale Reale la attraversa. Il Partito Comunista di Carovigno chiede un intervento rapido di bonifica, e l'accertamento di come siano stati spesi i soldi pubblici dentinati alle manutenzaioni del Canale Reale, tramite la convocazione degli enti coinvolti nella gestione del corso d'acqua. Va Prefettura a Brindisi un vertice 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Cronaca

    Furto nella stazione di servizio: in fuga con la cassetta dei contanti

  • Cronaca

    Incendio nel capannone della lavanderia: escluso il dolo

  • Cronaca

    Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Sequestrati 350mila euro alla famiglia Bruno: indagati padre e figlio

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

  • Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

  • Strade e sottopassi allagati: anziani coniugi salvati dai carabinieri

Torna su
BrindisiReport è in caricamento