Tir nel parcheggio di via Del Mare per lo scarico della merce: scattano le multe

Ancora Tir per le vie del centro. I vigili urbani hanno individuato tre autotrasportatori che stamani si erano fermati all'interno del parcheggio di via del Mare per scaricare derrate alimentare destinate a un supermercato della zona e materiali edili per gli interventi di ristrutturazione di un edificio che affaccia sull'area di sosta

BRINDISI – Ancora Tir per le vie del centro. I vigili urbani hanno individuato tre autotrasportatori che stamani si erano fermati all’interno del parcheggio di via del Mare per scaricare derrate alimentare destinate a un supermercato della zona e materiali edili per gli interventi di ristrutturazione di un edificio che affaccia sull’area di sosta. I conducenti sono stati multati e segnalati alla Motorizzazione civile. Il servizio rientra in una serie di controlli mirati a tutelare i beni pubblici demaniali (marciapiedi, piazze, panchine, aiuole, lampioni, muri, alberi e altro ancora). E sempre per arginare i camion che imperversano nel centro storico, l’ufficio Traffico, in sinergia con la direzione dei lavori riguardanti la riqualificazione di via Del Mare, sta valutando la possibilità di installare una segnaletica rafforzativa, ricorrendo anche a sistemi informatici di controllo. 

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

  • Lavastoviglie: consigli per averla sempre pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Bottiglie d'acqua minerale esposte al sole: sequestro in un supermercato

  • Ruba un'auto e ne fa un clone di quella identica di un amico

  • Inseguiti e arrestati subito dopo il furto di uno scooter

Torna su
BrindisiReport è in caricamento