Autorità portuale, Zizzi si dimette dal comitato di gestione

La lettera al presidente Patroni Griffi: “Potenziale incompatibilità”. Il dirigente del Comune di Brindisi in corsa come segretario generale: consenso unanime degli Operatori portuali salentini

Nicola Zizzi, dirigente del Comune di Brindisi

BRINDISI – Lettera di dimissioni sulla scrivania del presidente dell’Autorità di sistema portuale del mar Adriatico: Nicola Zizzi ha rassegnato l’incarico di componente del comitato di gestione facendo riferimento a una “potenziale causa di incompatibilità”, perché il suo nominativo è tra quelli proposti a Ugo Patroni Griffi come segretario generale.

Ugo Patroni Griffi-6Il presidente ne prenderà atto ufficialmente nella tarda mattina di oggi, in apertura del Comitato portuale, convocato per la designazione del segretario generale. Ma a quanto pare la seduta sarà aggiornata. A quando? Tutto dipende, stando a indiscrezioni, dai tempi necessari alla ricomposizione dell’organo tecnico di gestione, il che vuol dire che il Comune di Brindisi dovrà procedere a stretto giro alla sostituzione di Zizzi. Con chi? Sceglierà il segretario generale della ex Autorità Portuale di Brindisi, Salvatore Giuffrè. (Nella foto accanto Ugo Patroni Griffi)

La notizia delle dimissioni, con tutto quel che ne consegue, rimbalza da Bari a Brindisi, con eco a Palazzo di città, dal momento che Zizzi rappresentava sino a ieri il Comune, dopo essere stato nominato dall’ex sindaca Angela Carluccio il 15 maggio scorso, con conferma del commissario prefettizio Santi Giuffrè dopo la caduta dell’Amministrazione cittadina. Il dirigente, già capo di gabinetto della prima cittadina centristra, è responsabile dei settori Pubblica Istruzione, Cultura, Sport, Turismo, Beni Monumentali e Nuovo Teatro Verdi. Ed è a Zizzi che hanno pensato gli operatori portuali salentini, riuniti nell’associazione Ops, già lo scorso 25 agosto, quando hanno proposto il nome del dirigente brindisino al presidente della nuova autorità portuale che riunisce Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli.

Secondo gli operatori portuali, Nicola Zizzi,  laureato in Giurisprudenza, già ufficiale delle Capitanerie di porto dal 1984 al 1992 con incarichi di comando, dirigente di ruolo presso il Comune di Brindisi, è in possesso dei requisiti richiesti e per questo è un’ottima espressione del territorio. Ufficialmente la “candidatura” è stata presentata con lettere firmata da Teo Titi, in veste di presidente dell’associazione Ops. “Tale indicazione è stata preventivamente sottoposta a tutti i componenti dell’associazione e, grazie all’alto profilo professionale e umano dimostrato negli anni, ha riscosso tra gli stessi unanime condivisione e assoluto gradimento”, si legge nella missiva.

Le dimissioni di Zizzi, evidentemente, sono da leggere in quest’ottica: sarebbe incompatibile alla candidatura come segretario generale, essendo componente del comitato di gestione dell’authority. Per questo il dirigente comunale ha preferito fare un passo indietro. La decisione spetta a Patroni Griffi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento