Autorizzazioni mancanti: sospesa attività di un deposito di vini

Ordinanza emessa dall'Asl Brindisi a seguito di una ispezione dei carabinieri del Nas. Bottiglie di vino depositate vicino ad attrezzi agricoli

OSTUNI - Il direttore del servizio igiene alimenti e nutrizione dell’Asl di Brindisi, ha emesso ordinanza con la quale ha disposto la sospensione immediata dell’attività di deposito di vini non autorizzata svolta all’interno di un’azienda vitivinicola di Ostuni.

L’ordinanza è stata emessa a seguito di una verifica ispettiva condotta da personale del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Taranto. Nella circostanza è stata accertata l’attivazione di un deposito di attrezzi agricoli, all’interno del quale era stato ricavato uno spazio utilizzato come deposito di vino imbottigliato.

In particolare riguardo al deposito, è stata rilevata l’assenza della registrazione dell’attività alimentare che non è risultata censita nella planimetria allegata alla Dia sanitaria. Il valore della struttura ammonta a 100.000 euro.

Potrebbe interessarti

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Farmaci generici e farmaci di marca: sono uguali?

  • Come organizzare una cena a buffet a casa

  • Estate in giardino: le piscine interrate, costi e tipologie

I più letti della settimana

  • Cadavere di un uomo nella zona industriale: trovata pistola, un colpo al petto

  • Ritrovato il giovane mesagnese scomparso a Milano ad aprile scorso

  • Vessata per 18 anni dal marito e dalla suocera: l'incubo di una donna

  • Tir si ribalta, poi tamponamento a catena: doppio incidente sulla statale

  • Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

  • Tamponamento sulla superstrada: tre feriti, anche una bambina. Auto distrutte

Torna su
BrindisiReport è in caricamento