Insultata da coetanea, bambina di 9 anni chiama i carabinieri

E' accaduto a San Vito dei Normanni. La piccola era in lacrime. Una pattuglia ha contattato la madre, che incontrerà i genitori dell'altra minore

SAN VITO DEI NORMANNI – Maltrattata verbalmente da una coetanea, una bambina di 9 anni di San Vito dei Normanni ha chiamato con il proprio cellulare il numero di emergenza 112. La piccola interlocutrice era in lacrime e l’operatore della compagnia carabinieri, preoccupato, ha inviato sul posto una pattuglia della stazione locale dell’Arma.

Al telefono, la bambina aveva riferito di aver ricevuto insulti mortificanti che l’avevano turbata a tal punto da farla piangere. E allora, forse perché aveva ben memorizzato come comportarsi in questi casi di prevaricazione (parlarne tanto a scuola e altrove è importante), ha chiamato i carabinieri.

I carabinieri, giunti sul posto, hanno preso contatto con la madre della bambina, la quale ha detto di essere già a conoscenza della vicenda, minimizzando l’accaduto e spiegando che il tutto sarebbe scaturito da un diverbio tra le due bambine. La donna nel ringraziare i militari per l’attenzione, ha anche assicurato che avrebbe incontrato a breve i genitori dell’altra minore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Doppio inseguimento e lancio di chiodi dopo assalto a bancomat

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Operaio investito: un collega insegue auto pirata e la blocca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento