Bambina travolta sulle strisce pedonali ma quasi illesa

BRINDISI – Nessuna lesione e qualche lieve ferita per la bambina che, intorno alle 19, è stata investita in via Lanzillotti da un auto guidata da un giovane di 28 anni senza patente. L’incidente è avvenuto in prossimità dello stesso posto in cui, lo scorso 2 gennaio, perse la vita un uomo di 80 anni che stava attraversando la strada.

BRINDISI – Nessuna lesione e qualche lieve ferita per la bambina che, intorno alle 19, è stata investita in via Lanzillotti da un auto guidata da un giovane di 28 anni senza patente. L’incidente è avvenuto in prossimità dello stesso posto in cui, lo scorso 2 gennaio, perse la vita un uomo di 80 anni che stava attraversando la strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La bambina brindisina è stata più fortunata: il ragazzo è riuscito ad interrompere in tempo la sua corsa e, frenando, ha evitato di ferirla gravemente. Sul luogo dell’incidente, oltre alla polizia municipale, sono comunque intervenuti i medici del 118 per le prime cure. La giovane vittima se la caverà con qualche giorno di prognosi; più complicata invece la situazione del giovane sprovvisto della patente di cui si stanno occupando gli agenti della polizia municipale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento