Nuova rapina a Brindisi: banditi armati di pistola assaltano l'Eurospin

Preso di mira il supermercato situato in viale Enrico Fermi, dopo la rapina alla Pennetta Petroli. In azione due uomini che indossavano tute scure. Asportato il registratore di cassa. Bottino di 1300 euro

BRINDISI – Seconda rapina in due giorni a Brindisi. Dopo la stazione di servizio Pennetta Petroli situata nei pressi dell’aeroporto, stasera è stato preso di mira il supermercato Eurospin situato in viale Enrico Fermi, fra la zona industriale e il rione Perrino, già oggetto di numerose altre rapine.

Due uomini con volto travisato hanno raggiunto l’attività commerciale, piena di clienti, intorno alle ore 19,30 di oggi (sabato 24 agosto). Uno dei due era armato di pistola a tamburo. Una volta entrati nel supermercato, hanno puntato l’arma contro un dipendente e si sono impossessati del registratore di cassa, al cui interno si trovavano circa 1300 euro in banconote. Poi si sono dileguati verso il rione Perrino. A quanto pare entrambi indossavano tute scure. 

Video: i carabinieri sul posto

Le telecamere di cui è dotato il supermarket sono al vaglio dei carabinieri della compagnia di Brindisi, recatisi sul posto per i rilievi del caso. E’ concreto il sospetto che le due rapine possano essere riconducibili alla stessa banda. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo agiornato alle ore 22:55 (l'ammontare del bottino)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

Torna su
BrindisiReport è in caricamento