Fuochi d’artificio a ritmo di musica e galleria luminosa: 54mila euro

Impegno di spesa per gli affidamenti all’Energeko, in aggiunta a 44.225 euro per gli eventi religiosi e non. Rimozione di tavolini, sedie, ombrelloni e fioriere sabato dalle 18,30 alle 21: “Motivi di sicurezza”

Foto di Valerio Peragine

BRINDISI – Meno quattro giorni al “sabato della festa” in onore dei santi patroni di Brindisi: fuochi d’artificio a ritmo di musica, per almeno venti minuti, e galleria luminosa in corso Garibaldi da accendere ogni mezzora, con sottofondo di brani concordati con la società Energeko. E condimento di eventi in grado di unire aspetti religiosi e non, per un costo complessivo che sfiora il tetto dei centomila euro: 98.125 euro, stando a quanto risulta dal preventivo di spesa approvato dalla Giunta.

Lavori per le luminarie di S.Teodoro-2

I costi

Per regalare ai brindisini lo spettacolo pirotecnico del 31 agosto, dopo la processione a mare e il discorso del vescovo e del sindaco, e allestire le luminarie anche in corso Roma, corso Umberto, via del Mare e viale Regina Margherita, il Comune ha impegnato 53.900 euro per la versione 2019 della festa in onore di San Lorenzo e San Teodoro, a cui si aggiungono 44.225 per gli eventi religiosi e non proposti dall'amministratore della parrocchia Visitazione e San Giovanni Battista, nella pontificia basilica cattedrale.

Per le “luci”, l’importo ammonta a 29.500 euro, compresa Iva al 22 per cento, per i fuochi 24.400, sempre Iva compresa. In entrambi i casi, l’Amministrazione ha deciso di seguire la stessa strada degli anni precedenti, affidando la ricerca dei fornitori alla partecipata Energeko.

Lo spettacolo pirotecnico

Per lo spettacolo pirotecnico, la società comunale ha chiesto che le “coreografie” siano accompagnate da musiche allo scopo di “esaltarne l’effetto”. L’Amministrazione, infatti, pretende uno spettacolo piromusicale. “La durata non potrà essere inferiore a venti minuti ininterrotti, in perfetta sintonia”, è stato scritto nel bando. Lo spettacolo si svolgerà, come ogni anno, nell’area antistante il monumento al Marinaio d’Italia, con inizio previsto tra le 20,45 e le 21,30.

“Sarà particolarmente gradito l’utilizzo di tecnologia e di strumentazioni atte a garantire le condizioni di massima sicurezza, nonché l’adozione di altre più recenti tecniche ed effetti speciali innovativi”. Il costo stimato comprende le spese di allestimento così come quelle di smantellamento, con trasporto di tutto il materiale utilizzato, il riordino e la pulizia dell’area.

Le luminarie

Da oggi sono iniziate le operazioni di allestimento delle luminarie in corso Garibaldi, corso Roma, via del Mare e in prossimità delle intersezioni dei tre corsi, nonché sul lungomare Regina Margherita, per un totale di 1.740 metri, di cui 340 costituiranno 340 una galleria musicale. Le “luci” della festa saranno consegnate alla città il 30 agosto e resteranno sino al 3 settembre. Lo smontaggio è previsto l’8 settembre.

Gli allestimenti dovranno “utilizzare tecnologia a Led” e l’accensione dovrà essere concordata con la Energeko, con la previsione di brani musicali: l’accensione in corso Garibaldi avverrà ogni trenta minuti. Al centro dei corsi sarà posizionata una cassa armonica.

Fuochi d'artificio sul porto di Brindisi

Gli eventi religiosi e le giostre

Nel programma dei festeggiamenti patronali sono stati inseriti il concerto del pianista brindisino Stefano Miceli (che ha riscosso consenso di pubblico l'altra sera), il raduno di auto d'epoca, il palio dell'arca, la manifestazione fieristica e il mercato contadino con spazio dedicato ai mezzi agricoli. Il preventivo di spesa trasmesso al Comune, ammonta a 17.873 euro per la realizzazione e gestione di tutte le esigenze in materia di security, tenuto conto delle recenti disposizioni di legge, e di 26.352 euro per le manifestazioni.

L'importo di 44.225 sarà erogato alla parrocchia Visitazione e San Giovanni Battista in qualità di organizzatore e prestatore di servizi della festa, a consuntivo degli eventi, previa presentazione della rendicontazione e delle certificazioni di spesa quietanzate. Per la copertura, il Comune attingerà al fondo riserva per 60mila euro.

Quanto al luna park, nel primo pomeriggio di oggi è arrivato il via libera alla sistemazione in via Spalato. La decisione è stata resa nota dal Comune, a conclusione del sopralluogo al quale hanno preso parte i dirigenti di Palazzo di città, il comandante della polizia locale e i vigili del fuoco, per definire la collocazione delle singole attrazioni e garantire l'accesso ai mezzi di soccorso e alle forze dell'ordine in caso di necessità.

Divieto per i dehors

Sabato 31 agosto, per motivi di sicurezza, dalle 18.30 sino alle 21, in occasione del passaggio del corteo religioso e dello spettacolo pirotecnico, c’è il divieto di posizionare i dehors. L’ordinanza è stata firmata dal comandante della polizia locale Antonio Orefice “considerato che è previsto un notevole afflusso di persone, con conseguente assembramento nelle zone interessate dall’evento e in particolare sul lungomare Regina Margherita” e che si “rende necessario adottare opportune misure, tali da garantire il corretto svolgimento della manifestazione in condizioni di sicurezza”. Non sarà possibile, quindi, sistemare tavolini, sedie, ombrelloni, paravento, fioriere e ogni altro elemento smontabile sulle “aree prospicienti le attività commerciali che si trovano in viale Regina Margherita, ad eccezione delle strutture chiuse con pedana e regolarmente autorizzate”.

Divieti di transito e sosta

Durante le giornate della festa, sono stati istituiti divieti di transito e sosta. Venerdì 30 agosto, dalle 16 alle 24, non sarà possibile percorrere, né parcheggiare, in via Casimiro, via Duomo, piazza Duomo, piazza Matteotti, via Filomeno Consiglio, piazza Vittoria e corso Umberto I, essendo prevista la processione dei santi patroni.

Il 31 agosto, dalle 7 sino alle 14, divieto di sosta, con rimozione, in piazza Duomo, per il raduno delle auto d’epoca. A seguire, dalle 16 alle 24, divieto di transito e divieto di sosta, con rimozione, in via Regina Margherita, piazza Vittorio Emanuele, corso Garibaldi, piazza Vittoria, via Santi, via Casimiro, via Duomo e piazza Duomo, per la processione.

Il 2 settembre, alle 16 alle 24, divieti di transito e sosta per il rientro della processione: il corteo percorrerà via Tarantini, via Marco Pacuvio (per il tempo strettamente necessario al passaggio del corteo), largo Concordia, via Ferrante Fornari, via Palma, via Santi, via Duomo, piazza Duomo, piazza Vittoria, via San  Lorenzo, largo Angioli e corso Umberto.Saranno gli addetti della Multiservizi a posizionare la segnaletica stradale, mentre gli agenti della polizia locale si occuperanno del controllo e del rispetto delle ordinanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La foto d'apertura è di Valerio Peragine 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Sversavano tonnellate di veleni: Brindisi come la "Terra dei Fuochi"

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento