Consigliere comunale minacciò figlio del candidato sindaco rivale. Lui: “Fantasia”

Luigi Galiano citato dinanzi al giudice di pace di Brindisi dopo la denuncia di Giovanni Iurlaro

La sede del giudice di pace di Brindisi

FRANCAVILLA FONTANA – “Educazione, educazione, educazione. Le avrai tutte in una volta, che se tu credi di essere pazzo, io sono più pazzo di te. Ringrazia solo che sto con dei bambini”. L’attuale consigliere comunale di Francavilla Fontana, Luigi Galiano, avvocato, è stato citato direttamente a giudizio con l’accusa di minacce ai danni di Giovanni Iurlaro, figlio dell’allora candidato sindaco avversario, Pietro. Accusa che respinge: “Pura fantasia”.

Il processo

giovanni iurlaro-2Il processo si svolgerà dinanzi al giudice di pace di Brindisi. Prima udienza fissata a febbraio. Giovanni Iurlaro (nella foto) è stato riconosciuto persona offesa, dal pubblico ministero titolare del procedimento, e sarà rappresentato in giudizio dall’avvocato Vincenzo Taurisano.

La citazione diretta a giudizio, senza passare dall’udienza preliminare, è scaturita dalla denuncia sporta da Iurlaro e si riferisce al  22 aprile 2018. Era il periodo della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale a Francavilla Fontana e l’elezione diretta del sindaco.

Le elezioni comunali 2018

Galiano era ricandidato a sostegno di Maurizio Bruno, espressione del Partito democratico, nella cui Giunta era stato vice sindaco, per la lista Francavilla Popolare alla quale erano collegate Insieme e Con Voi. Per la Lega, l’aspirante primo cittadino era Pietro Iurlaro, già senatore, padre di Giovanni.

Stando alla ricostruzione dei fatti, i due si sarebbero incontrati per caso, e ci sarebbe stato un battibecco terminato con le frasi riportate nel capo di imputazione, qualificato come minacce, reato contestato a Galiano il quale, nel frattempo si è avvicinato all’area di centrodestra con le sue civiche e ha iniziato a dialogare con la Lega (questo è il racconto più recente delle vicende politiche che arrivano dalla Città degli imperiali).

La versione di Gagliano


luigi galiano-2“E’ solo il racconto frutto di fantasia allo stato puro”, dice Galiano che in questo processo sarà assistito dal penalista Giancarlo Camassa. “Nulla di quanto mi viene contestato corrisponde al vero e lo dimostrerò”. Tutt’altra, infatti, è la versione del consigliere comunale che ha già ottenuto due archiviazioni dall’accusa di diffamazione in relazione a un post da lui scritto e pubblicato sulla sua pagina Facebook. Anche in quelle occasioni, venne denunciato da Giovanni Iurlaro il quale, tramite il suo avvocato, presentò opposizione. Ma il gup, all’esito della camera di consiglio, dispose l’archiviazione.

“Era una domenica mattina”, dice Galiano. “Stavo percorrendo a piedi via San Francesco per rientrare a casa, quando dall’altra parte della strada, mi sono sentito dire: ‘Avvocato, il saluto, l’educazione’”, racconta. “Era Giovanni Iurlaro, sarà stato a dieci metri da dove stavo io. Gli ho semplicemente risposto che non salutavo perché non avevo piacere. Punto”.

“Mentre continuavo a camminare, mi sono accorto che su Facebook era apparso il post di una persona che diceva che io l’avevo aggredito: era Giovanni Iurlaro”, prosegue Galiano. “Per spiegare la mia posizione, ho scritto due righe, peraltro senza mai fare riferimenti a nessuno. Tutto qui”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Risultato, dopo due archiviazioni per diffamazione, l’attuale consigliere comunale si trova imputato con l’accusa di minacce sempre nei confronti di Giovanni Iurlaro. Una storia (quasi) infinita che sembra continuare a dividere Francavilla Fontana, nonostante le elezioni siano state archiviate e in Assise ci siano nuove dinamiche politiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento