Brindisi Nord: "No di Asi, Comune, Arpa e Provincia al piano industriale di A2a"

Provincia, Comune, Arpa e consorzio Asi hanno espresso parere negativo riguardo al nuovo piano industriale presentato da "A2a Ambiente" sulla centrale Edipower di Brindisi Nord, nel corso della conferenza dei servizi decisoria svoltasi stamani in Provincia. Lo si apprende da una nota stampa congiunta dei sindacati Cgil, Cisl e Uil

Presidio dei lavoratori di Edipower

BRINDISI – Provincia, Comune, Arpa e consorzio Asi hanno espresso parere negativo riguardo al nuovo piano industriale presentato da "A2a Ambiente" sulla centrale Edipower di Brindisi Nord, nel corso della conferenza dei servizi decisoria svoltasi stamani in Provincia. Parere favorevole è stato invece espresso da vigili del fuoco, Sovraintendenza ai beni culturali e Asl. Altri enti invitati non hanno espresso pareri.

Lo si apprende da un comunicato stampa congiunto diramato dalle organizzazioni sindacali Filctem/Cgil, Flaei/Cisl e Uiltec/Uil, che hanno organizzato un I cartelloni esposti dai lavoratori di Edipower-2presidio all’esterno della Provincia al quale hanno preso parte decine di lavorato ridi Edipower in “contratto di solidarietà difensiva” in scadenza a novembre 2015 e lavoratori delle ditte appaltatrici, con  ammortizzatori sociali prossimi alla scadenza e altri già senza alcun sostegno economico. 

“Da indiscrezioni – si legge nel comunicato dei sindacati - sembrerebbe che alcuni di questi pareri sono dettati da una non meglio definita situazione di contesto e non da pareri tecnici veri e propri, così come richiesto dalle norme e dalla convocazione che il Dott. Giovanni Epifani (dirigente del settore Ambiente territorio e Sviluppo sostenibile della Provincia, ndr) , aveva inviato agli intervenuti”. 

“La posizione di Asi  - proseguono i sindacati - continua ad essere negativa, malgrado alcune apparenti aperture espresse nell’incontro svolto ieri e l’impegno del sindaco a riportare preventivamente ai  lavoratori la posizione del Comune di Brindisi, rispetto alle controdeduzioni prodotte da A2A Ambiente, dopo la precedente conferenza”.   

A detta dei sindacati, inoltre, “la Provincia nel considerare chiusa l’istruttoria si è riservata di emanare il provvedimento entro i prossimi giorni, dettagliando tutte le posizione espresse in conferenza, con la relativa decisione finale”. 
Preoccupate per la sorte dei lavoratori, ad ogni modo, le organizzazioni sindacali hanno ottenuto un incontro con il prefetto convocato per le ore 9 di domani (15 aprile), con il presidio degli stessi lavoratori a fare da contorno. 

Nella giornata di ieri, fra l'altro, quest'ultimi erano stati protagonisti di un sit-in organizzato all'esterno della sede del Consorzio Asi nella zona industriale di Brindisi (foto in basso).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sit in dei lavoratori di Edipower all'esterno del consorzio Asi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Coronavirus: muore un ragioniere, Carovigno piange un'altra vittima

Torna su
BrindisiReport è in caricamento