Brindisini scippati a Venezia durante vacanza, l'Adoc: "Maggiori controlli"

Alla coppia è stato sottratto borsello con portafogli contenente denaro, documenti e carte di credito

BRINDISI – E’ tornata a casa con un brutto ricordo una coppia brindisina che a giugno scorso è stata a Venezia durante una crociera: mentre effettuava una passeggiata nel porto è rimasta vittima di borseggiatori. Alla coppia è stato sottratto borsello con portafogli contenente denaro, documenti e carte di credito. Sul caso interviene l’Adoc, l’associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori chiedendo alle istituzioni venete maggiori controlli.

“Episodi deplorevoli che interessano migliaia di turisti l’anno a cui, stante le dichiarazioni rese sul posto, non si riesce a porre rimedio. Un danno che non si limita alla perdita dei beni materiali ma che ha conseguenze negative, sul proseguo della vacanza programmata con tanto entusiasmo da tempo, per le inevitabili trafile burocratiche per il rientro a bordo e per le denunce del caso agli organi di polizia”.

“Non ci capacitiamo del fatto che una città come Venezia, impegnata nel difendere l’importante patrimonio artistico ed architettonico oltre che ambientale, possa, di fatto, essere depredata del bene più prezioso: la sicurezza dei cittadini. Ci chiediamo come mai un luogo tra i più “monitorati”, apprezzati e visitati al mondo possa rappresentare una zona franca per i malfattori nel mentre si attuano limitazioni agli ingressi per i turisti. Non è il singolo caso che ci stupisce o preoccupa ma l’incidenza che tale fenomeno ha sull’immagine del Paese e sull’impatto negativo che genera su quei turisti italiani ed esteri che per una vacanza hanno atteso anni e sostenuto anche grossi sacrifici”.

“Spiace il silenzio degli organi di informazione locali sul fenomeno nonostante siano stati più volte sollecitati dai malcapitati viaggiatori. Rivolgiamo un appello a s.e. il prefetto, dott. Vittorio Zappalorto, al sindaco Luigi Brugnaro, al questore, dott. Maurizio Masciopinto, affinché si garantisca maggiore sicurezza attraverso maggiori controlli e una maggiore informazione ai viaggiatori sia a bordo delle navi che a terra il che servirebbe non poco a prevenire tali reati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

  • Nuova allerta arancione per lo scirocco nella giornata di mercoledì

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento