Un corteo in memoria di Remì. Le associazioni: "Chiediamo giustizia"

Organizzata per giovedì 7 febbraio una manifestazione in memoria del cane ucciso con una fucilata nel centro di Carovigno

CAROVIGNO – Da via Mascagni, la strada in cui si è consumato un atto di crudele e insensata follia, partirà il corteo commemorativo di Remì. Un gruppo di associazioni ambientaliste della provincia di Brindisi (la Cobriass) ha organizzato per giovedì 7 febbraio una manifestazione in ricordo del meticcio brutalmente assassinato la mattina del 29 gennaio nel centro di Carovigno. I manifestanti si ritroveranno alle ore 17,30 in via Mascagni e da lì si dirigeranno verso via provinciale San Vito.

E' ferma e netta la condanna di "un atto così vile e pericoloso per la cittadinanza tutta”. “Perché questo atto - si legge in un comunicato - deve trovare giustizia e vogliamo raggiungere il cuore di tutti”.

Remì è stato colpito da una fucilata intorno alle ore 8,15 del mattino, in pieno centro abitato. Il piccolo, come da abitudine, si stava dirigendo verso l’abitazione del compagno della sua proprietaria. Poche centinaia di metri separavano i due punti del percorso che percorreva quasi quotidianamente.

Ma la mattina del 29 gennaio gli è stato teso un vero e proprio agguato. I carabinieri e gli agenti della polizia locale sono ancora al lavoro per risalire all’identità del balordo. La carcassa, sotto sequestro, è stata affidata all’Asl. In settimana verrà sottoposta ad autopsia presso l'Istituto zooprofilattico di Foggia. 

Potrebbe interessarti

  • La banana, un fabbisogno giornaliero

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Furti nelle auto parcheggiate sulla costa: scoperti i responsabili

  • Posti in spiaggia "prenotati": la Capitaneria sequestra tutto

  • Minorenni in coma etilico: controlli e multe a locali sulla costa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento