Capitaneria, tutto pronto per "Mare Sicuro". Soccorso e vigilanza con battelli veloci

BRINDISI - Anche quest'anno, la Capitaneria di Porto di Brindisi, ha previsto l'operazione "Mare Sicuro", in linea con le direttive impartite del proprio Comando Generale.

Gommone della Guardia Costiera di Brindisi

BRINDISI - Anche quest'anno, la Capitaneria di Porto di Brindisi, ha previsto l'operazione "Mare Sicuro", in linea con le direttive impartite del proprio Comando Generale.

L'operazione vedrà impegnato in attività operativa personale militare ordinariamente occupato in altri incarichi, al fine di assicurare l'ordinato e tranquillo svolgimento delle attività di balneazione e diportistica lungo le coste del Compartimento di Brindisi.

In tale contesto, da oggi e sino alla prima decade di settembre, saranno rafforzate le ordinarie operazioni di vigilanza e soccorso in mare, da parte delle unità navali della Guardia Costiera di Brindisi, che attueranno una propria presenza su tutto il Compatimento Marittimo di competenza e soprattutto, in prossimità delle spiagge più frequentate dai bagnanti.

A tale proposito, è stata prevista, in alcuni giorni della settimana, la presenza di un battello minore veloce, in località Villanova di Ostuni, individuata come la zona balneare più "esigente" dal punto di vista del controllo e della prevenzione, per l'elevato numero di presenze di turisti durante l'intera stagione e perché in posizione baricentrica rispetto alla zona nord del Compartimento Marittimo di Brindisi.

Un altro battello veloce è stato previsto a Brindisi per vigilare, sempre in alcuni giorni della settimana, sulla parte più meridionale del Compartimento. Tali battelli, con a bordo personale della Capitaneria addestrato al salvamento, avranno il compito di scoraggiare tutti quei comportamenti commessi in violazione delle più elementari norme di sicurezza in mare.

A tal riguardo, si riportano alcuni suggerimenti di carattere generale che possono essere utili per evitare incidenti:

  • Fare attenzione durante la navigazione ai galleggianti dei subacquei;
  • Far controllare periodicamente l'efficienza del motore del mezzo nautico;
  • Informarsi circa eventuali ostacoli alla navigazione e le condimeteo previste;
  • Controllare le attrezzature di sicurezza e le dotazioni di bordo;
  • Informare i familiari della propria destinazione, in caso di navigazione che si protrae per un lungo lasso di tempo.
Altri consigli utili sono riportati sul sito internet www.guardiacostiera.it/brindisi/, ove sono altresì consultabili l'ordinanza di sicurezza balneare e le ordinanze attinenti il diporto nautico. Si rammenta infine che in caso di emergenza in mare, l'intervento della Guardia Costiera può essere richiesto oltre che con i tradizionali canali di comunicazione, anche tramite il numero blu 1530 di uso gratuito.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Dormitorio immigrati: sempre più affollato, igiene precaria

    • Cronaca

      Grimaldi, riaperto il capitolo in comitato portuale

    • Cronaca

      Il pm: “Massaggi a luci rosse, quattro anni e 10 mesi al prof dell’UniSalento”

    • Eventi

      Giubileo: giovedì la cerimonia di apertura della nuova porta santa

    I più letti della settimana

    • Auto contro pullman carico di studenti: muore una donna

    • Scu, muore la mamma del capo: permesso per l’ultimo saluto

    • Guardia giurata rapinata in pieno giorno all'esterno di una banca

    • Auto contro guardrail all'alba: una donna perde la vita

    • Scu e traffico di droga, sentenza d’appello per 37 brindisini

    • Donna chiusa in una stanza da due banditi che le svaligiano la casa

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento