Carabiniere stermina la famiglia e poi tenta il suicidio: tre morti

Tragedia in un appartamento in pieno centro a Sava, in provincia di Taranto, dove un carabinieri di 53 anni stamani attorno alle 11,30 ha ucciso con la pistola di ordinanza la sorella, il cognato, il padre

SAVA - Tragedia in un appartamento in pieno centro a Sava, in provincia di Taranto, dove un carabinieri di 53 anni stamani alttorno alle 11,30 ha ucciso con la pistola di ordinanza la sorella, il cognato, il padre e poi ha tentato di uccidersi con la stessa arma. E' in condizioni gravissime. La strage si è verificata in via Giulio Cesare, non molto lontano dal municipio della cittadina. Al momento non sono le cause che hanno spinto il militare a sterminare i parenti, si parla di forti dissaporti per una questione patrimoniale. Il figlio della coppia era a scuola. Il carabiniere, un appuntato, era in servizio al Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Manduria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Benzinai rapinati all'alba: in azione banditi armati di pistola e accetta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento