Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fuga di notizie a causa di un carabiniere infedele: "Siamo intervenuti subito"

 

Uno degli aspetti più significativi dell’operazione Bronx, indagine dei carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni che ha portato stamattina all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 20 indagati, è il ruolo di un carabiniere infedele che, da quanto emerso nel corso delle indagini, avrebbe passato a uno degli indagati informazioni secretate riguardanti la stessa inchiesta, in cambio di denaro.

L’uomo, un appuntato in servizio presso la stessa compagnia di San Vito dei Normanni, è stato sottoposto alla misura interdittiva della sospensione dal pubblico ufficio/servizio per un anno. A carico dello stesso inoltre l'Arma dei carabinieri ha aperto un procedimento interno che ha portato alla rimozione dal grado.

Parla di questo episodio il comandante della compagnia carabinieri di San Vito, Antonio Corvino. L’ufficiale rimarca anche l’importanza del ruolo svolto dall’imprenditore che ha denunciato un tentativo di estorsione, facendo partire, di fatto, l’inchiesta

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento